Home Padovano Conselvano Commercianti contro il market cinese

Commercianti contro il market cinese

Commercianti in rotta di collisione l’amministrazione Ruzzon sul caso del bazar cinese di prossima apertura in zona industriale, nel capannone convertito da artigianale a commerciale. Per protesta i rappresentanti dell’Ascom hanno disertato l’inaugurazione della Fiera di Sant’Agostino, creando un caso che non ha precedenti nella storia recente della manifestazione. Un’assenza polemica che il presidente mandamentale Leopoldo Toffano spiega in una lettera inviata ai commercianti conselvani ricordando il braccio di ferro che da mesi sta contrapponendo l’Ascom al sindaco Antonio Ruzzon sulla questione della nuova area commerciale in zona industriale.
“L’Ascom ha collaborato anche quest’anno molto attivamente nell’organizzazione della Fiera – afferma Toffano – nella convinzione che essa rappresenti un momento vitale per la valorizzazione delle eccellenze del Conselvano, che rischiano di esser messe ancora più in difficoltà dall’irragionevolezza di chi non vuole riconoscere la loro importanza e si preoccupa solo di incassare oneri di urbanizzazione. La variante che ha trasformato in commerciale un capannone artigianale è stata adottata con sorprendente velocità. Inoltre il sindaco ha opposto un netto rifiuto ad ogni tentativo di confronto.
Questo inspiegabile comportamento ci ha costretti ad intraprendere un’azione giudiziaria per approfondire i molti lati oscuri del provvedimento. Ora il Tar Veneto dovrà pronunciarsi e siamo fiduciosi che verranno accolte le nostre ragioni. Anche in questa occasione abbiamo voluto dare un segnale forte – conclude Toffano – per cercare di salvaguardare le nostre imprese, poco considerate da questa amministrazione”. Il sindaco ha fatto presente che il punto vendita avrebbe comunque aperto nei paraggi, in un altro stabile o terreno già destinato al commercio.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette