Home Rodigino Informagiovani torna ad ottobre

Informagiovani torna ad ottobre

Buone notizie dal versante Informagiovani: lo sportello dovrebbe tornare in funzione dal 1 ottobre, per la gioia degli utenti e di quanti si sono opposti in questi ultimi mesi, con manifestazioni, sit-in e dibattiti anche dalle pagine del web, alla chiusura di fine anno.
Tra questi ultimi, si sono prodigati in maniera compatta sia la rete degli studenti di Rovigo che alcuni schieramenti politici, tra cui l’opposizione, con una critica capillare e molto decisa contro la chiusura del servizio, intesa quale penalizzazione per l’utenza della città, in special modo sul fronte della ricerca di occupazione, ma anche sulla formazione professionale, sull’orientamento scolastico e universitario.
A breve sarà dunque pubblicato il bando per il nuovo affidamento del servizio, che ora giace in stand-by negli uffici della Ragioneria. Il servizio sarà poi attivato per 12 mesi, quindi fino ad ottobre 2013. Tra le novità, il cambiamento della sede, che passa da via Donatoni agli uffici comunali di viale Trieste. Inoltre, da quanto si evince dalle ottimistiche riflessioni dell’assessore alle Politiche giovanili Andrea Bimbatti, tra i fattori positivi del nuovo servizio si colloca il futuro risparmio rispetto alla precedente conduzione. Quest’ultima, infatti, costava 237mila euro ogni due anni, pari a 78mila euro all’anno, a cui si aggiungevano 52mila euro che il comune di Rovigo doveva anticipare per gli altri comuni della rete, essendo l’ufficio di Rovigo il capofila dei 20 uffici sparsi nel Polesine. L’assessore Bimbatti inoltre ha spiegato come il protrarsi della vicenda fino al prossimo ottobre sia giustificato dal fatto che alcuni comuni della rete provinciale hanno confermato solo da poco l’adesione al servizio. Insomma, a quanto pare i giovani del comune potranno continuare ad usufruire dell’attività proposta dall’Informagiovani, che assieme alla biblioteca dell’Accademia dei Concordi rappresenta un valido punto di riferimento per la vita culturale e ricreativa della città, oltre agli altri necessari servizi garantiti alla collettività.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette