Home Padovano Bassa Padovana La Pala del Tiepolo in "trasferta" a Codroipo IN “TRASFERTA” A CODROIPO

La Pala del Tiepolo in “trasferta” a Codroipo IN “TRASFERTA” A CODROIPO

Il patrimonio artistico atestino si conferma di altissimo livello. Una conferma arriva dalle continue richieste in ambito internazionale per mostre ed esposizioni: la pala del Tiepolo presente nel duomo di Santa Tecla è stata infatti portata a Passiriano di Codroipo per una esposizione speciale che si terrà a Villa Manin. Nella struttura friulana verrà allestita una galleria delle opere più importanti dell’artista, che rimarrà aperta al pubblico dal 14 dicembre al 7 aprile del 2013. Grazie ad un accordo molto dettagliato con gli organizzatori dell’iniziativa, la parrocchia del duomo di Santa Tecla ha deciso di concedere in prestito la grande pala che rappresenta il vanto della cittadina, e che veglia sulla chiesa dall’abside dietro all’altare maggiore. In cambio i promotori della mostra forniranno al duomo una copia fotografica a grandezza naturale del dipinto, che sostituirà l’originale durante il prestito.
La “vacanza” friulana servirà anche per un rapido restauro dell’opera, che verrà esposta quindi in tutta la sua magnificenza. Si tratta di una tela di quasi sette metri per quattro, commissionata al pittore per ricordare uno degli episodi fondamentali della storia di Este: nel quadro Santa Tecla invoca il Padreterno per la liberazione della cittadina dalla peste del 1631. La logistica del trasporto comporterà molte difficoltà, date le dimensioni della tela e la distanza da percorrere. La pala era già uscita una volta dal duomo cittadino.
Nel 1971 l’opera era stata concessa agli organizzatori di un’altra mostra sul Tiepolo, che si era svolta nelle stesse sale in cui verrà esposta da dicembre. “Non avevamo dubbi sulla qualità del nostro patrimonio artistico — spiega Giancarlo Piva, sindaco di Este – Il fatto che la pala del Tiepolo venga chiesta in prestito per una mostra conferma il grande valore del patrimonio culturale della nostra cittadina. Iniziative come questa sono sempre da preferire, perchè creano un effetto pubblicitario fondamentale anche per il turismo nella nostra città”. 

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette