Home Veneziano Miranese Sud La scuola materna si amplia

La scuola materna si amplia

Ricomincia la scuola e a Spinea arriva una buona notizia. I bambini avranno una sezione aggiuntiva nella scuola dell’infanzia. Ha vinto il buon senso in una vicenda che ha tenuto molte famiglie col fiato sospeso per tutta l’estate. Vincono i dirigenti dei due circoli didattici, vincono i comitati dei genitori e vince anche l’assessorato alla Pubblica istruzione che nei mesi scorsi aveva più volte sollecitato l’Ufficio scolastico regionale e quello provinciale ad assegnare la sezione dell’infanzia richiesta, per garantire a tutti bambini di Spinea la possibilità di frequentare la scuola. L’allarme era scattato a giugno: i presidenti del comitato genitori del primo e del secondo circolo avevano inviato una lettera ai due uffici scolastici e al Comune per denunciare il rischio della mancata iscrizione di almeno 30 bambini. “Secondo le proiezioni — avevano scritto — circa un quarto dei bambini che hanno richiesto di poter frequentare le scuole dell’infanzia rimarrebbero privi di questa opportunità. Tutti sappiamo che trincerarsi dietro la scusa che la frequenza della scuola dell’infanzia, a differenza di quella primaria, non è obbligatoria non soddisfa nessuno: non le famiglie, che verrebbero a trovarsi nell’impossibilità di provvedere ai loro bisogni primari, non le istituzioni che dovrebbero attivare servizi di assistenza alle famiglie monoreddito in un momento di grave crisi economica”. La bella notizia è arrivata però all’inizio di agosto: a settembre a tutti sarà data la possibilità di crescere, maturare e imparare nella scuola dell’infanzia. “Il futuro scolastico e il benessere dei piccoli sono un valore fondamentale per noi — ha spiegato l’assessore all’Istruzione Loredana Mainardi — i dirigenti dell’Ufficio scolastico regionale e provinciale hanno compreso le esigenze delle tante famiglie che rischiavano di dover rinunciare alla scuola pubblica per la mancata assegnazione dei docenti. Noi pensiamo che la scuola dell’infanzia sia non solo un luogo educativo importantissimo per lo sviluppo complessivo del bambino, ma anche un supporto per le giovani famiglie che in questo modo possono più agevolmente conciliare i tempi di lavoro con quelli della famiglia. Era un impegno preso, siamo contenti di averlo portato a termine in modo così soddisfacente”. Adesso Spinea punta ad ampliare una rete di servizi di qualità attraverso un lavoro costante che coinvolga anche i comitati dei genitori, i docenti e i dirigenti scolastici.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette