Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Nuovo tetto per la piscina

Nuovo tetto per la piscina

Si sono conclusi i lavori per il rifacimento del tetto della piscina comunale di Stra. Il costo dell’intervento si aggira attorno al milione e quattrocentomila euro e sarà sostenuto dall’associazione “Centro Nuoto Stra”, società che ha la gestione dell’impianto sportivo. La società ha deciso di accollarsi l’investimento tramite un mutuo acceso con l’Istituto del Credito Sportivo. In cambio di questo investimento il Comune di Stra ha deciso di prolungare la convenzione per la gestione della piscina con il Centro Nuoto Stra per altri 20 anni portandola alla scadenza del 2032. I lavori, come sottolineato dal progettista Germano De Gaspari dello “Studio DGG” durante la presentazione dell’intervento, hanno riguardato il completo rifacimento del tetto che sarà anche antisismico e che prevedono anche la realizzazione di una nuova grande vetrata, la costruzione dell’impianto elettrico, di quello di illuminazione oltre che del sistema per la diffusione dell’aria all’interno della struttura e nella zona delle vasche. I lavori sono stati realizzati dalle ditte Stratex Spa per le strutture lignee, dalla Bmb Costruzioni per le opere edili e impiantistiche, e dalla Clima Srl per i serramenti. Come nel caso della scuola materna statale, i lavori sono stati realizzati durante il periodo estivo, mentre l’inaugurazione della nuova struttura è stata fissata per il 15 settembre. Questi lavori non hanno minimamente rallentato le attività del Centro Nuoto Stra che ha potuto svolgere regolarmente i corsi nelle piscine esterne presenti nel centro sportivo del comune rivierasco. “Terminati i lavori, il comune di Stra avrà una delle più belle piscine del Veneto – hanno spiegato il sindaco Mario Collini, e gli assessori Maricla Sartori e Giuseppe Cavallin – è un progetto importante per il nostro comune e viene svolto grazie all’accordo con il Centro Nuoto Stra. Vogliamo ringraziare tutte le persone che in questi anni hanno lavorato per il buon esito di questo progetto”. Emozionato e soddisfatto durante la presentazione del progetto è Tonino Spagnolo, dirigente del Centro Nuoto Stra e grande allenatore di nuoto molto conosciuto e stimato in Riviera, poiché negli anni scorsi aveva allenato la “generazione di fenomeni” di Dolo tra cui spiccavano Cercato, Nalesso, Galenda, Terrin e i due Gallo. “E’ stata una trattativa lunga e complessa – spiega Spagnolo – e alla fine ha prevalso la scelta proposta dalla società, di buttare il vecchio tetto e di farlo nuovo. Contiamo nella nostra professionalità e competenza per continuare e migliorare i livelli che abbiamo raggiunto. Attualmente possiamo contare su 3000 persone che utilizzano la piscina e speriamo di aumentarle in futuro”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette