Home Veneziano Miranese Sud Una nuova rotonda in via noalese

Una nuova rotonda in via noalese

Apre il cantiere di Tre Ponti, sulla Noalese spunta una nuova rotonda. Entreranno nel vivo i lavori di messa in sicurezza di uno degli ultimi punti neri sulla 515 in territorio di Santa Maria di Sala. L’atteso intervento servirà a mettere in sicurezza l’incrocio con la provinciale via Desman, da anni al centro di dibattito nella spasmodica ricerca di una soluzione. Finalmente in queste settimane si è passati ai fatti e ora il semaforo di Tre Ponti potrà essere eliminato. Al suo posto sorgerà un rondò che oltre a eliminare le code di auto e camion al semaforo della piccola località salese servirà anche a mettere in sicurezza l’incrocio e facilitare la svolta su via Desman ai veicoli provenienti da Noale e Santa Maria di Sala. Per farlo il cantiere procederà per gradi. Già iniziati i lavori preliminari ai margini dell’incrocio, il secondo passo prevederà l’abbattimento del vecchio stabile giallo che si trova a sud-est. Quindi la realizzazione di un rondò provvisorio e l’assetto definitivo con la costruzione di una contro-strada a servizio delle abitazioni che si trovano a nord-ovest del crocevia. Il progetto predisposto insieme con Veneto Strade fa seguito alla firma dell’accordo di programma del 2007, sottoscritto anche con Comune e Provincia. La rotatoria, di circa 17 metri di ampiezza, avrà anche una grande torre-faro posizionata al centro. Contestualmente saranno realizzati anche percorsi pedonali e ciclabili protetti, per attraversare in sicurezza l’incrocio soprattutto nei collegamenti tra Veternigo, Sant’Angelo, Santa Maria di Sala e Stigliano. Un percorso ad ostacoli quello che ha portato all’apertura del cantiere, tra accordi di programma non rispettati o in forte ritardo. Nelle scorse settimane intanto, con l’installazione degli ultimi punti luce, è stata completata un’altra rotonda, quella tra via Rivale e via Cavin Caselle, all’ingresso della frazione. Ma è sempre sulla Noalese che si concentrano le attenzioni dei salesi per la messa in sicurezza delle fitta rete viaria locale. Alla Madonna Mora sono soprattutto gli abitanti di Caselle a chiedere lumi sulla realizzazione della pista ciclabile che dovrebbe collegare il centro del paese all’area commerciale. Mentre sembra tutto in alto mare il progetto per la curva Beccante a due passi dal centro del capoluogo. Resta infatti come soluzione provvisoria il semaforo installato nel temibile incrocio con via Cavin di Sala, mentre pare ormai del tutto tramontato lo studio di fattibilità che prevedeva la realizzazione di una rotatoria spostata a ovest, verso la zona industriale.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette