Home Rodigino Delta Una targa per Pregnolato e Moretto

Una targa per Pregnolato e Moretto

La suggestiva cornice di Ca’ Cornera ha ospitato la Festa dell’Emigrante, nata da un’idea dal gestore della stazione di sosta Venerino Bardella, in sinergia con l’amministrazione. La giornata è cominciata con la messa sull’aia celebrata dal Vescovo Adriano Tessarollo e accompagnata dal Coro di Ca’ Venier per gli emigranti e la Madonna di San Juan de Los Lagos, portata a Ca’ Cornera il 6 giugno in pellegrinaggio da 70 fedeli da Tec di Monterrey in Messico. La scelta di agosto non è casuale. E’infatti il mese in cui numerosi emigrati tornano a Porto Viro per ritrovare e godersi qualche giorno in compagnia dei parenti in Polesine ed è quello che facevano Alba Pregnolato e Sergio Moretto prima di ritornare a Porto Viro. Durante la cena di “pesce povero” del Delta, il sindaco Geremia Gennari, col consigliere Alessandro Tessarin e in presenza del Vescovo e del presidente dell’associazione Polesani nel mondo don Valentino Tonin, ha dato ai due emigranti a ricordo della giornata, due targhe. Alba, lasciò Donada nel 1961 e si trasferì a Torino in cerca di fortuna prima di riuscire col marito Ermanno, una volta in pensione, a coronare il sogno di una vita tornando nella terra natale. Percorso simile a Sergio Moretto, che si trasferì in cerca di fortuna a Rivoli nel 1959, dove trovò anche l’amore di Francesca, e che oggi è tornato a Porto Viro dove è presidente dell’associazione Artisti del Delta e nonno.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette