Home Rodigino Delta Il Pronto soccorso è rimasto senza risorse

Il Pronto soccorso è rimasto senza risorse

La questione dello stralcio di un milione di euro destinato al pronto soccorso della casa di cura portovirese in V Commissione Sanità ha fatto agitare non poco le forze politiche del territorio deltizio. Nel mirino della polemica, il consigliere regionale del Pdl Mauro Mainardi, accusato di essere il principale responsabile della perdita del finaziamento. “Non ho chiesto lo stralcio del famoso finanziamento di un milione di euro — si è difeso Mainardi – ma un semplice congelamento con l’impegno di un approfondimento, ci sono i margini perchè la struttura da privata diventi pubblica e si integri con gli ospedali di Adria e di Chioggia evitando qualsiasi sovrapposizione. Questo è il mio obiettivo, il resto sono soltanto strumentalizzazioni di chi sotto-sotto pensa una cosa, ma poi ne dice un’altra agitando spauracchi che non esistono”. Un comportamento incomprensibile secondo il consigliere regionale del Pd, Graziano Azzalin. “E’ il primo caso di un rappresentante di un territorio che chiede in sede regionale un provvedimento che va a danneggiare proprio il suo territorio e senza che vi sia alcun motivo plausibile con quali soldi poi dovrebbe avvenire l’acquisizione dal privato al pubblico? Il tutto condito da affermazioni di matrice statalista che sinceramente avrei difficoltà a pronunciare io stesso”. Contraria anche la Circoscrizione della Lega Nord del Bassopolesine. “Vi è tutta la disponibilità di chiedere all’assessore regionale alla sanità Coletto — hanno spiegato i rappresentanti del Carroccio – di porre in essere tutte le azioni possibili!”. Un comportamento che ha destabilizzato anche l’Udc. “La domanda che ci si pone è perché Mainardi abbia fatto questo attacco personalizzato nei confronti della sanità danneggiandola col suo comportamento incomprensibile — si chiede Renzo Marangon – cosa si nasconde sotto questo disegno? Non c’è una logica politica”. “Sono rimasto letteralmente sconcertato delle spiegazioni date da Mainardi — ha considerato in merito alla questione l’assessore portovirese alle politiche sociali Nicola Marinelli – questo signore si sente un grande statista che pensa alle generazioni future, e si lancia in elucubrazioni che sono solo frutto delle sue idee di nessun confronto con il territorio. Nessuno né a livello comunale né a livello provinciale o regionale ne sapeva nulla”. Una rottura interna al Pdl è la spiegazione del capogruppo del Pd portovirese Thomas Giacon.“E’ un fatto grave, si gioca sulla pelle dell’unica struttura del basso Polesine ma ancor più grave – ha considerato – è l’attuale contraddizione politica interna al Pdl provinciale e portovirese”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette