Home Rodigino Delta Il porto oggetto di un’interpellanza della minoranza

Il porto oggetto di un’interpellanza della minoranza

Non se la passa propriamente bene il Porto di Scardovari: una passeggiata sul molo è sufficiente per constatare personalmente il degrado dei pontili che attendono di essere riposizionati (con l’evidente problematica per alcuni pescatori di poter ormeggiare la propria imbarcazione), la crescita incontrollata dell’erba e l’abbandono delle colonnine dei servizi, con tanto di fili elettrici pendenti. Le lamentele di chi frequenta il luogo si sono fatte pressanti e così la minoranza di centro destra capitanata da Mirco Mancin ha scelto di porre l’argomento all’attenzione dell’amministrazione, formulando un’interrogazione: “C’è preoccupazione — sottolinea il capogruppo – vista la mancanza di attenzione e le problematiche che questo porto ha attraversato: un anno e mezzo per scavare la bocca, i furti dei motori e le telecamere della videosorveglianza ancora spente e in attesa di risveglio”. Nell’interrogazione si chiede “quando è previsto il ripristino, posizione e manutenzione, dei pontili galleggianti? E inoltre: dove andranno, vista la scelta della giunta di estrometterle dal porto, le circa trenta barche di proprietà di cittadini di Scardovari”. Mancin si chiede: “Non era possibile trovare un’alternativa che permettesse di mantenere una parte del Porto disponibile per questo tipo di imbarcazioni? Come verrà utilizzato il contributo di 50 mila euro sui 125 mila del progetto compreso nella delibera regionale del luglio 2012?”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette