Home Veneziano Cavarzere “Decisione ingiusta e immotivata”

“Decisione ingiusta e immotivata”

Dopo un’attesa che si è protratta per settimane il sindaco Henri Tommasi ha sciolto le riserve. Una decisione della quale si attendeva la sola ufficialità e che è arrivata con la revoca dell’incarico a tre assessori su cinque: Fabrizio Zulian (Alleanza per Cavarzere) con delega alla Cultura, Ezio Bettinelli (Partito democratico) delega al Bilancio e Otello Piazzon (Partito democratico) vicesindaco e assessore all’Urbanistica. Estromessi perché, ufficialmente, è venuta meno l’intesa nella cooperazione interna alla giunta stessa, anche se i diretti interessati ritengono di essere stati ingiustamente rimossi dal loro incarico.
Che il clima fosse teso lo si era capito dai frequenti contrasti interni che hanno contribuito ad evidenziare la mancanza di “solidarietà politica” nel partito di maggioranza.
Proprio sulla delicata situazione del Pd locale si è soffermato Piazzon che, in una conferenza stampa congiunta, ha parlato di un partito spaccato in più fazioni, ognuna indipendente e con prese di posizione diametralmente opposte rispetto alla situazione politica cavarzerana.
Bettinelli invece non nasconde tutto il suo rammarico per una decisione che definisce “ingiusta e immotivata”.
“Siamo di fronte ad accordo di basso livello — ha detto — utile solo a mantenere incarichi e poltrone. Ritengo ci siano state delle trattative parallele non chiare, condotte da chi aveva invece il dovere di assumere delle posizioni nette e trasparenti nel rispetto della dignità del Partito Democratico”.
Bettinelli non risparmia le bordate al partito, colpevole, a sua detta, di non aver difeso due dei suoi assessori che hanno contribuito in prima persona ad eleggere il sindaco.
“Non si è avuto il coraggio di andare fino in fondo, preferendo salvaguardare un governo di centrosinistra tornato a Cavarzere dopo 15 anni. Per quanto riguarda la mia vicenda personale — ha concluso — ritengo di aver operato con onestà intellettuale e entusiasmo, lasciando un bilancio in attivo. Rivendico la mia dignità come politico e come uomo”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette