Home Veneziano Chioggia Ascom Confcommercio, dopo 14 anni Perini lascia

Ascom Confcommercio, dopo 14 anni Perini lascia

Dopo quattordici anni Giorgio Perini lascia la presidenza di Ascom Confcommercio. Era il 10 maggio 1998 quando venne eletto la prima volta. Da allora l’associazione si è ingrandita e ha assunto un’identità forte e caratterizzata.
Il nuovo statuto, approvato in data 25 settembre 2012, prevede che il presidente possa rimanere in carica non per più di due mandati consecutivi: anche se lo statuto è entrato in vigore meno di un mese fa, Perini ha ritenuto, per una questione etica, di lasciare sin da quest’anno la presidenza di Ascom.
Tra le cose rilevanti che l’Ascom ha realizzato in questi anni, sotto la guida di Perini, vi è certamente l’acquisizione della prestigiosa sede di 500 mq in pieno centro storico.
E’ inoltre riuscita a bloccare il sorgere del centro commerciale Coop a Brondolo, unico caso nella Regione Veneto, intervenendo con cause legali ancora in corso, per difendere gli interessi delle piccole e medie imprese non solo dell’Ascom ma dell’intero territorio.
In questi anni inoltre Ascom ha sponsorizzato un gran numero di eventi, non solo nella stagione estiva, ma anche in inverno: musica, spettacoli, sfilate di moda, feste di fine anno, luminarie a Natale, sempre attenti alla promozione della città, anche attraverso la stampa, nel 2005, della prima guida “Curiosando Chioggia”.
Oggi Confcommercio è un’associazione con più di quindici dipendenti e numerose collaborazioni esterne, proprietaria di una società di capitale che fornisce servizi di qualità a 360 gradi al mondo delle imprese, contabilità, paghe, sicurezza sul lavoro, formazione – spesso gratuita -, haccp, consulenza finanziaria. In questi anni Ascom è diventata interlocutrice di riferimento per le varie amministrazioni comunali, per la Provincia e per la Regione, sottoponendo problemi diversi, combattendo l’abusivismo commerciale ma anche gli studi di settore quando presentavano incongruenze o contrastando l’applicazione della Tia.
“Lascio l’associazione sicuro di aver fatto del mio meglio, di avere dato tutto me stesso — ha detto Perini – nel compito, spesso difficile, di rappresentare una grande realtà come la nostra. Oggi lascio quest’associazione con un po’ di tristezza, non sarei sincero con voi se non lo esternassi, ma la lascio anche nella certezza che chi verrà dopo di me saprà continuare il percorso tracciato, le tante cose messe in moto e non ancora concluse, come ”Chioggia Live” l’idea di Chioggia e Sottomarina centri commerciali naturali, la guida alla ristorazione, il sito delle aziende del territorio. Lascio l’associazione perché ritengo giusta l’alternanza, ma rimango sempre disponibile, con la conoscenza acquisita, la professionalità che da sempre mi ha contraddistinto, in quanto commerciante e agente di commercio, e soprattutto una visione delle imprese del territorio come motore trainante dell’economia locale e non solo. Ringrazio tutti quelli che hanno sempre collaborato al mio fianco condividendo le delusioni e i successi. Sarò sempre a disposizione perché il cuore Confcommercio, l’idea sindacale, rimarrà sempre dentro di me”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette