Home Padovano Con la rete i genitori entrano in asilo

Con la rete i genitori entrano in asilo

L’asilo nido sbarca sul web con un servizio innovativo per le famiglie. Si chiama “ENido” il nuovo software in uso da questa’anno al nido comunale “ Le coccole” di via Fermi.
Grazie a questa particolare piattaforma informatica i genitori possono quotidianamente accedere da qualsiasi postazione internet ad aree riservate in cui è possibile interagire con la scuola per chiedere informazioni personali che spaziano dalle schede didattiche (presenze e osservazioni quotidiane, attività svolte dai propri figli con il gruppo classe) alle schede amministrative.
“Il software è frutto di un lavoro che parte da lontano – spiega Daniele Sandonà, presidente della Cosep, la cooperativa sociale che gestisce dal 2010 la scuola – e rappresenta un prodotto costruito su misura capace di rispondere alle nostre esigenze, a quelle delle famiglie e del comune committente”.
Ogni famiglia all’inizio dell’anno scolastico riceve delle credenziali per accedere al servizio di ENido e potere così entrare nella pagina riservata al proprio figlio. Si possono ricevere informazioni rispetto all’intera giornata del proprio pargoletto, da ciò che ha mangiato, alle ore di sonno, alle attività svolte. Il software mantiene lo storico di tutte le informazioni per cui è possibile monitorare costantemente la situazione. Inoltre è uno strumento utile per prendere visione delle iniziative proposte dal nido e dal territorio.
“L’impatto è stato positivo – rileva il presidente della Cosep, – i genitori sono curiosi di poter entrare al nido in modo diverso che non esclude la relazione e il contatto diretto con l’educatore, ma permette di ampliare la conoscenza e il dettaglio di quello che succede e quello che si fa. Inoltre facilita e risolve alcune questioni burocratiche e amministrative e di comunicazione permettendo di gestirle con un semplice accesso da web”.
“E’ un modo nuovo di lavorare anche per l’equipe degli educatori – conclude Sandonà – che hanno uno stimolo in più per poter descrivere e documentare la propria attività. Il riscontro positivo è confermato dalle domande sull’uso da parte dei genitori e dal numero dei loro accessi”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette