Home Rodigino Delta Il crossodromo verrà spostato in zona Mea

Il crossodromo verrà spostato in zona Mea

Il crossodromo di Porto Viro sarà spostato in un’altra sede. Situato in via Argine Po, entro l’alveo del Po di Venezia in una zona golenale, da almeno trent’anni è gestito dall’associazione sportiva Moto Club Porto Viro che qui ha creato la pista utilizzata sia per le attività di prova delle motociclette sia per l’allenamento sia per le gare di motocross a livello regionale e nazionale. La zona in cui sorge il crossodromo è definita dal 2007 come zona di protezione speciale (Zps) e si trova all’interno del Parco Regionale Veneto del Delta del Po e, come specificato sulla Gazzetta Ufficiale, qui vi è divieto dello svolgimento di attività di circolazione motorizzata. Certo è che l’attività del Moto Club era in essere da diverso tempo prima dell’entrata in vigore delle normative di carattere ecologico e ambientale ed è sempre stata svolta col consenso del Comune senza mai creare problemi. Recentemente c’è stato però un esposto da parte dei cittadini di Taglio di Po, lamentando un eccessivo rumore proveniente dall’impianto sportivo. Se si considera che nella posizione del crossodromo in diversi anni, per mesi, le acque del fiume in piena hanno impedito l’attività sportiva si capisce che la posizione non è delle più ottimale. Dopo un incontro con l’amministrazione, il Moto club Porto Viro ha così manifestato la volontà di spostare le attività sportive dall’attuale ubicazione in un’altra parte del territorio comunale. Preservando quindi la zona zps in cui è attualmente ubicato il crossodromo, l’attività sarà spostata in un’altra parte del territorio comunale. Come riferimento principale in termini di individuazione della nuova pista per il motocross sarà preso il Piano di Classificazione Acustica vigente nel Comune di Porto Viro, indirizzando la scelta del nuovo sito nelle aree di tipo misto con limiti di imissione di 50 dBA notturno e 60 dBA diurno e di emissione 45 dBA notturno e 55 diurno. E’ stata individuata in zona Mea un’ampia estensione agricola con raggio orientativo di circa 1,5 km con centro ubicato all’incrocio tra via Mea e via del Giunco, le cui spese per l’acquisto dell’area saranno a carico dell’amministrazione, nella quale entro 6 mesi saranno individuati i mappali interessati dalla nuova progettazione dell’impianto sportivo per le attività motoristiche con particolare riferimento al motocross. In proposito sarà incaricato un esperto in materie ambientali per lo studio preliminare del Vinca per la valutazione d’incidenza ambientale e il nuovo impianto di pubblica utilità sarà oggetto di un accordo tra pubblico e privato. Nel frattempo, nell’attesa di attuare quanto pianificato, sarà concessa una deroga in funzione del regolamento sul rumore che permetterà l’utilizzo del crossodromo in un numero limitato di giorni annuali.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette