Home Veneziano Cavarzere Per Cavarzere aliquote massime

Per Cavarzere aliquote massime

Il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi mantiene la posizione più volte ribadita rispetto alle aliquote Imu, ossia l’innalzamento massimo delle stesse.
L’aliquota Imu sulla prima casa si confermare dello 0,6%, mentre l’aliquota Imu sulla seconda casa è pari all’1,06%, con una diminuzione dello 0,15%.
“Si è trattato di portare avanti una scelta sicuramente difficile – ha spiegato il primo cittadino – tuttavia necessaria per trovare l’equilibrio di bilancio nel nostro Comune, visti i 300 mila euro di disequilibrio nella spesa corrente”. A questo dato si deve poi aggiungere lo sforamento del patto di stabilità di circa 330 mila euro, tenendo conto del fatto che le due manovre del Governo Monti, applicate a settembre, hanno comportato un taglio per il Comune di Cavarzere pari a 610.236 euro a cui si è aggiunto un ulteriore taglio a fine settembre di 75 mila euro.
“Ci siamo trovati in una situazione quasi paradossale – afferma il sindaco Tommasi – dato che a settembre ci siamo dovuti imbattere in alcuni pesanti tagli, che superavano il milione di euro, dettati dalle manovre del Governo Monti. Pertanto ad esercizio già avanzato, allorché gli impegni della spesa di bilancio erano già stati prefissati, abbiamo dovuto subire altri pesanti tagli delle spese comunali. Nonostante ciò, siamo riusciti, attraverso alcune operazioni criticate dalla minoranza a trovare l’equilibrio”.
E’ stato recuperato, infatti, il patto di stabilità, mediante l’uso delle concessioni di Veneto Banca e alle nuove concessioni del piano terra del palazzo municipale, atte a coprirne lo sforamento. Per colmare gli ulteriori tagli della manovra Monti, l’amministrazione ha usufruito delle concessioni dei loculi comunali e delle alienazioni dei beni comunali, quali gli ex magazzini comunali.
“L’introito complessivo da parte del Comune di Cavarzere è stato pari a 440 mila euro in più per il gettito Imu conclude il sindaco Tommasi, che spiega – La concessione dei loculi comunali e delle varie rendite è stata indispensabile per trovare gli equilibri di bilancio, per cui ad oggi siamo rispettosi del patto di stabilità, nonostante avessimo ereditato 3 milioni di euro di sforo”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette