Home Rodigino Trevisonno lascia il futsal

Trevisonno lascia il futsal

“La soddisfazione più grande è stata la gestione, per la prima volta in Polesine, di un girone di calcio a 5. Successe tre anni fa e fu una bella vittoria: se poi consideriamo che sei anni fa in Polesine c’erano tre squadre in serie D e ora ve ne sono otto e una in C2, non posso che essere soddisfatto”. A parlare è Domenico Trivisonno, delegato della Figc per il calcio a 5, che a fine anno, per una scelta di vita, si trasferirà in Australia. Per ora, la gestione del girone è affidata alla segreteria della Figc rodigina con la supervisione del delegato regionale Antonio Peron, fino a novembre, quando ci saranno le elezioni. Indubbiamente, la crescita del calcio a 5 federale, è sotto gli occhi di tutti: anche quest’anno sono due le squadre nuove che si sono iscritte in Figc nel girone polesano: il San Pio X e Monselicense. E anche il livello è decisamente alto. “Posso dire con certezza che il nostro girone è uno tra i più tecnici ed equilibrati. Negli ultimi anni c’è stato un trend, qualitativo, sempre positivo, e non è un caso che il Rosolina abbia vinto i play off e che tre anni fa il Granzette li sfiorò prima di vincere il campionato”.
Cosa si potrebbe fare in più per crescere con il futsal?
“Sviluppare il settore giovanile. Bisognerebbe pianificare. Però servirebbero palestre e qui chiamo in ballo le amministrazioni comunali che potrebbero fare decisamente qualcosa in più”. Lavorando e programmando per step, Trivisonno aveva anche individuato un periodo per un evento. “Quest’inverno la serie A riposa a lungo per via dei mondiali: in Veneto ci sono le maggiori squadre del futsal e quest’anno si è aggiunto il Verona in serie A e il Padova in serie B: l’ideale sarebbe invitarle per un evento che richiami un po’ di gente.”
Lavoro che potrebbe fare il neo delegato: probabili nomi?
“Non so nulla, dice Trivisonno. Spero solo che continui su questa strada e che il calcio a 5 in Polesine continui a crescere”.
Ringraziamenti di rito?
“Ad Antonio Peron delegato regionale che in questi anni è la persona che si è data da fare di più in assoluto per far crescere il nostro bellissimo sport. In Polesine ringrazio Clelio Mazzo, Marco Scaranello, la prima persona che ho contattato nel 2004 quando decisi di trasferirmi da Imola a Rovigo. E poi, Massimiliano Pivetti e tutti gli amici del calcio a 5 che ho conosciuto in questi fantastici otto anni”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette