Home Rodigino Delta Il caso di Italgas potrebbe portare al dissesto

Il caso di Italgas potrebbe portare al dissesto

Da sempre delicato, il tema del bilancio provoca spesso diverse discussioni e talvolta polemiche, soprattutto negli ultimi tempi, sia tra gli amministratori che soprattutto tra i cittadini, esasperati dalla crisi economica che non accenna alla minima tregua. Ed in questo infelice periodo, il Consiglio Comunale di Taglio di Po diventa lo specchio istituzionale delle difficoltà e dello scontento della popolazione tagliolese. In una recente seduta, il Consiglio ha affrontato le problematiche relative al bilancio; in particolare, il consigliere di minoranza Marco Ferro, ha posto un’interrogazione avente come oggetto il “Riequilibrio di bilancio e Commissione Bilancio”.
Nel documento, diverse erano le domande rivolte alla giunta comunale, tra le quali, le intenzioni della giunta rispetto le aliquote Imu e l’eventuale risposta di Italgas alla proposta di acquisto dell’ex scuola G. Pascoli di viale Kennedy come acconto su quanto dovuto dal Comune. “L’Amministrazione Comunale — ha risposto il sindaco Francesco Siviero — si è trovata costretta ad aumentare le aliquote Imu a causa dei tagli pesanti e improvvisi del Governo sui trasferimenti statali. Le aliquote deliberate sono le seguenti: 10,2 – aliquota base, 5,0 – aliquota abitazione principale, 0,2 – aliquota fabbricati strumentali, 10,6 – aliquota catastale D5, 0,4 aliquota abitazione principale di persone disabili o portatrici di handicap”.
“Per quanto concerne la trattativa con la Società Italgas, – ha proseguito Siviero — essa è ancora in piedi. Purtroppo la proposta di permuta della scuola G. Pascoli è difficilmente percorribile. Nonostante questo l’Amministrazione è fiduciosa e sta lavorando attentamente per trovare una soluzione”.
Ad oggi, la trattativa è ancora in corso e una soluzione al problema potrebbe essere trovata entro la fine di novembre, durante la fase di riequilibrio del bilancio. “Occorre tenere ben presente — afferma Siviero – che nel caso in cui non si trovasse una soluzione alla situazione Italgas, il dottor Attilio Padoan, Revisore dei Conti del nostro Comune, può interpellare la Corte dei Conti, aprendo così la fase di dissesto, cioè il fallimento del Comune di Taglio di Po”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette