Home Padovano Conselvano Parco inclusivo, avanti tutta

Parco inclusivo, avanti tutta

Via libera al progetto definitivo del nuovo “Parco inclusivo” nella frazione Palù. Si tratta di un’area verde attrezzata con giochi speciali, adatti anche per persone disabili, che sarà costruita tra tra vecchia scuola elementare, la chiesa e la sede della cooperativa Alambicco. Un intervento che nei mesi scorsi aveva fatto discutere perché era stato messo in preventivo una spesa da 570 mila euro. Ora invece il progetto ne contempla 398 mila.
“E’ un parco di nuova concezione, uno dei primi in Italia. – spiega il sindaco Antonio Ruzzon – nella nostra provincia solo Fontaniva sta portando avanti un progetto simile. Si tratta di un’area di 3.800 metri quadrati con 18 giochi speciali, che possono essere usati anche da persone con disabilità.
Siamo scesi da 570 mila a 398 mila euro perché abbiamo deciso di mettere in carico le spese della strada, del parcheggio e dell’illuminazione alla cooperativa Alambicco. Inoltre abbiamo ottenuto due finanziamenti, 180 mila euro dalla fondazione Cassa di Risparmio e 45 mila euro dalla Regione. Il resto lo copriamo con l’avanzo di amministrazione del 2009, per 79 mila euro, e del 2010 per i rimanenti 94 mila euro. Il parco si inserisce e completa il “polo sociale” che sta crescendo nella frazione, grazie all’attività della cooperativa Alambicco che gestisce il Ceod e sta realizzando una comunità alloggio da 20 posti letto». Nella frazione il Comune vuole aprire anche un nuovo asilo nido.
Sul fronte della tassazione per quest’anno restano Invariate le aliquote Imu, ma con tutta probabilità già il prossimo anno anche Conselve dovrà ritoccare le percentuali verso l’alto.
“Per il 2012 siamo riusciti a non gravare sulle famiglie – spiega il sindaco Ruzzon – ma temo che nel 2013 dovremo intervenire diversamente perché le risorse sono sempre più esigue. Ci è arrivata la comunicazione da Roma che dobbiamo “rientrare” con circa 60 mila euro sui mutui se non vogliamo subire un ulteriore taglio al trasferimenti il prossimo anno. Ormai è uno stillicidio e da qualche parte dobbiamo recuperare le risorse, altrimenti tanto vale consegnare le chiavi del municipio al Prefetto”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette