Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Task force contro la contraffazione

Task force contro la contraffazione

Due importanti iniziative sono state approvate dalla Conferenza dei Sindaci della Riviera del Brenta nel loro incontro che si è svolto nelle scorse settimane. La prima riguarda la richiesta inviata al Ministero di Giustizia che ha come obiettivo il mantenimento del Giudice di Pace a Dolo. I comuni hanno deciso di farsi del costo degli uffici che è stimato attorno ai 60 — 65 mila euro l’anno da ripartire tra i dieci enti locali interessati. “La decisione — spiega Damiano Zecchinato, sindaco di Vigonovo e presidente della Conferenza dei Sindaci — è stata presa al fine di mantenere attivo un servizio per la cittadinanza e per non privare totalmente di servizi giuridici la Riviera del Brenta. Ciò consentirebbe inoltre di non aggravare le spese che deriverebbero ai cittadini dalla mancanza degli uffici e alle amministrazioni stesse, che vedrebbero altrimenti impegnata la Polizia Municipale spesso a Venezia, con il conseguente aumento dei costi”. L’altro provvedimento della Conferenza dei Sindaci della Riviera del Brenta è stata l’approvazione di un ordine del giorno a tutela delle aziende e dei cittadini — consumatori. “Chiediamo al Prefetto di Venezia di convocare una Conferenza dei Servizi — prosegue il presidente, Damiano Zecchinato — per definire protocolli d’intesa e convenzioni per contrastare il commercio di prodotti contraffatti (anche calzature) e pericolosi derivati, in gran parte dai settori imprenditoriali a conduzione straniera, soprattutto extracomunitaria, e dove si è evidenziata una competitività sleale a favore delle imprese locali”. Viene quindi chiesta la creazione di una Task Force. “Suggeriamo che alla Conferenza dei Servizi partecipino gli enti preposti al contrasto di tale fenomeno, per creare una Task Force — prosegue Zecchinato — stiamo parlando della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, della Polizia Locale, dell’Ulss, dello Spisal, dei Vigili del Fuoco, di Confindustria (Acrib) e dei rappresentati sindacali”. La conferenza dei sindaci si sta già attivando per salvaguardare le imprese locali. “L’intenzione è di trovare una tutela adeguata — conclude il presidente Damiano Zecchinato — che da un lato limiti le chiusure delle attività locali e la conseguente perdita di posti di lavori, e dall’altro faccia venir meno il fenomeno dell’evasione fiscale che grava sugli imprenditori onesti”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette