Home Rodigino Adria Tescaroli: “La scelta spetta ai cittadini”

Tescaroli: “La scelta spetta ai cittadini”

Rovigo con Verona, Padova con Treviso in attesa di Vicenza e Venezia per dare vita alle due macro-aree che comporranno il Veneto di domani. Dal riordino delle province è questa la situazione che verrebbe a crearsi: da una parte la Pa-Tre-Ve (Padova-Treviso-Venezia), con Venezia Città metropolitana e dall’altra la Vi-Ve-Ro (Vicenza-Verona-Rovigo). Ai comuni sono stati accordati 60 giorni di tempo per decidere da quale parte stare. Per quanto riguarda il comune di Adria le posizioni in merito sono diverse e partiamo da quella del Nuovo Polo che pare la più complicata. Stefania Tescaroli, infatti, capogruppo consigliare della lista civica, sostiene che la scelta deve essere affidata ai cittadini. “Riteniamo indispensabile coinvolgere tutti i cittadini su una questione molto delicata – afferma la nota inviata a riguardo — tale scelta non si può prescindere dal parere di autorevoli rappresentanti della società civile e delle categorie economiche, professionali e sociali presenti nel territorio”. Il Nuovo Polo propone quindi un referendum che permetta a tutti gli abitanti del comune di esprimere la propria opinione a riguardo senza alcun timore e diventando quindi protagonisti della situazione. “Ciò appare ancor più necessario all’indomani della decisione del Governo, che ancora non pare esser definitiva, che ha decretato di accorpare la provincia di Rovigo con quella di Verona. E’ fondamentale analizzare tale decisione per valutarne i risvolti futuri (positivi e negativi) e vedere se non sia più opportuno una scelta diversa, come ad esempio Venezia, unendoci magari a Cavarzere, in quanto le tradizioni e la storia ci accomunano, oppure altre soluzioni. Per noi è fondamentale mantenere i servizi sul territorio”.
Una vera e propria presa di posizione che mette al centro non la politica ma i cittadini che sono chiamati, secondo la Tescaroli, a scegliere in prima persona del proprio futuro grazie alla loro conoscenza del territorio e alla storia che li accomuna più ad una provincia che ad un’altra.
Senza dubbio, nonostante l’accorpamento, di certo rimane il fatto che l’unicità della provincia di Rovigo e le sue peculiarità rimarranno sempre patrimonio di questa terra.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette