Home Rodigino sul Corso I “si” e i “no” dei commercianti

sul Corso I “si” e i “no” dei commercianti

I commercianti dicono la loro sull’idea di un referendum in merito all’area del Corso del Popolo, prima pedonale ed ora aperto al traffico, in determinate fasce orarie.
“Sono d’accordo con l’idea di lasciare ai cittadini la scelta, la città è di tutti”, sostiene il responsabile di Eliocopy, la cartolibreria sita proprio nella zona centrale del Corso. “Io sono sempre stato contrario all’apertura del Corso, ma credo che in fondo il punto non sia questo”, continua. “La zona del centro andrebbe tutta rivalorizzata, al di là del passaggio delle automobili. Mancano i parcheggi in zone adiacenti, non ci sono neppure dei porta biciclette, però poi ci si lamenta se i ciclisti le lasciano ovunque”. La crisi c’è ed è innegabile, ma il rilancio dell’economia, soprattutto in esercizi commerciali situati nel centro città, sembra debba passare attraverso la sua riqualificazione e il suo renderlo più “a misura d’uomo”.
Anche la giovane responsabile di un nuovo punto vendita di calze e abbigliamento per donne sembra pensare che il passaggio delle macchine non porti vantaggio. “Siamo qui da troppo poco tempo per poter avere una chiara percezione di ciò che sia meglio” tuttavia “in alcuni momenti della giornata, in cui la gente passeggia guardando le vetrine, il passaggio delle macchine effettivamente un po’ disturba”.
Di tutt’altro avviso è la dipendente del negozio di occhiali sito nella galleria che collega il Corso con piazza Vittorio Emanuele. “Molte persone hanno votato Piva solo perché si era espresso in modo favorevole alla riapertura del Corso. Averlo aperto a fasce orarie è già qualcosa, ma non è assolutamente sufficiente. Non ci sono parcheggi nei pressi del Corso, se ci si può recare solamente a piedi molte persone rinunciano all’impresa”. E in merito alle multe, dovute al divieto di sosta, sostiene: “ci sono molte zone della città in cui le macchine parcheggiano in maniera selvaggia, senza alcun rispetto per le regole, ma i vigili urbani concentrano le loro forze su chi parcheggia qui”

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette