Home Padovano Bassa Padovana “Dobbiamo collaborare”

“Dobbiamo collaborare”

La situazione economica non è delle migliori. Non lo nascondono nemmeno Franca Donato, Presidente della Pro Loco e Mirta Fiocco che invece guida l’Ascom. Un periodo difficile anche per il commercio dei negozi del centro storico, ormai da anni sotto la lente d’ingrandimento. Molto spesso infatti le critiche si trasformano in raffronti soprattutto con i Comuni limitrofi. Ma sul serio Monselice si trova in una situazione peggiore?
“Ormai sono dieci anni che ci impegniamo nell’organizzazione di eventi a Monselice – ha affermato Donato – Il tutto per valorizzare le potenzialità del nostro territorio. Quest’anno purtroppo è stata dura. Perfino il meteo ci ha remato contro perchè durante le manifestazioni più importanti il maltempo non ci ha dato tregua. In ogni caso siamo riusciti a concludere in bellezza l’anno grazie ad una serie di eventi natalizi importanti frutto di una sinergia stretta con l’Ascom e con l’amministrazione comunale. E’ stata dura anche a causa del periodo economico. Basti pensare che gli espositori stessi chiedono delle garanzie per partecipare: spesso ci viene chiesto se ci sarà gente. E’ ovvio che lavorare così diventa più difficile. Ma non ci siamo scoraggiati e abbiamo lavorato insieme in completa sinergia”. Il raffronto con “l’erba del vicino” di solito ricade su Este, dove secondo i più, verrebbero organizzati più eventi per attirare persone nel centro storico. “L’anno prossimo abbiamo il trentennale della Pro loco — continua Donato — un motivo per continuare questa collaborazione e festeggiare tutti insieme”. Monselice ha indubbiamente le carte in regola per restare la “capitale” della bassa padovana, grazie anche alla posizione strategica e alle vie di comunicazione privilegiate.
“Credo che gli eventi di Natale siano stati il primo vero esempio di come si dovrebbe collaborare tutti insieme — ha commentato Mirta Fiocco, Presidente dell’Ascom — Abbiamo avuto un’adesione molto importante, segno evidente che a Monselice si vuole guardare oltre la crisi. La nostra città si è sempre dimostrata più avanti e altri Comuni ci hanno preso come esempio”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette