Home Padovano Bassa Padovana “Donne Deste” e tutelate

“Donne Deste” e tutelate

Violenze domestiche e donne maltrattate, Este apre una “via di fuga”. Il Comune di Este ha presentato recentemente il progetto “Donne DEste, che nessuna resti sola”, iniziativa voluta assieme a Centro Veneto Progetti Donna — Auser e associazione Mondogira. “Il nostro ente si è impegnato a mettere a disposizione tre alloggi pubblici, per un totale di quattro posti letto, a casi di emergenza legati alla violenza femminile” spiega l’assessore al Sociale, Silvia Ruzzon.
“Purtroppo quando una donna nella Bassa Padovana è vittima di violenze, il rischio è che questa non trovi una via di fuga o di sfogo. La disponibilità di questi tre alloggi vuole proprio mettere a disposizione un ambiente di prima accoglienza a chi, in casi disperati come questi, non riesce a trovare un tetto nell’immediato, per sé e per i propri figli”.
L’iniziativa, che avrà una durata di due anni, ha ricevuto anche un contributo dal Ministero per le Pari opportunità di 160.100 euro: un terzo servirà a sistemare gli immobili, il resto a coprire le spese correnti per il personale comunale coinvolto e per la gestione degli immobili. La decisione di far partire il progetto proprio nella Bassa non arriva a caso: il Centro Veneto Progetti Donna, dal 2008 al 2012, ha accolto nella sede padovana ben 82 donne del bacino dell’Usl 17. La stessa associazione ricorda come il 35,5% delle donne nel Nord Est sia stata vittima di violenza e di come esista un sommerso notevole: il 93% delle donne che subiscono violenza dal partner non denunciano l’episodio. Nell’ambito dello stesso progetto, sono previsti anche l’apertura di uno sportello specialistico dedicato alle donne vittime di violenza, un adeguamento dello sportello “parità”, lo studio di un percorso di inserimento sociale e lavorativo per questa fascia di donne in difficoltà.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette