Home Veneziano Cavarzere “La mia risposta sono i fatti così come sono realmente avvenuti”

“La mia risposta sono i fatti così come sono realmente avvenuti”

“L’accusa che la consigliera Tasso mi rivolge di dichiarare il falso è assolutamente deplorevole e diffamante, in quanto lei stessa ha partecipato ai numerosi incontri tra il gruppo consiliare e il direttivo del partito alla presenza del segretario provinciale, nei quali si è più volte ribadita la volontà di proseguire la legislatura, e di non costringere il Comune a nuove elezioni”. Controsmentita della consigliera comunale del Pd Nicoletta Visintin che risponde a Marzia Tasso con il duplice intento di “descrivere con precisione i fatti realmente avvenuti – che sono stati messi in discussione -” e nello stesso tempo di rivolgere alla collega di partito “un invito al superamento delle divergenze”.
Ripercorrendo gli avvenimenti, Nicoletta Visintin comincia dal Consiglio comunale del 13 novembre scorso. “Vorrei ribadire – sostiene – che nella dichiarazione di cui mi sono fatta portavoce, sottoscritta da 5 consiglieri del Pd, non viene mai dichiarato che i due nuovi assessori siano stati decisi dal gruppo consiliare o dal partito, ne tantomeno dal segretario provinciale, ma si afferma con decisione che la scelta è stata fatta dal sindaco”.
“Il coinvolgimento della segreteria locale, del direttivo e della segreteria provinciale si è realizzato – insiste poi Visintin – durante l’ampia discussione che ha avuto luogo durante la crisi, ossia dopo la revoca delle deleghe ai due assessori, fino alla decisione finale di accogliere il documento programmatico”.
Un’ampia discussione che l’8 novembre scorso ha portato ad un incontro del gruppo consiliare con i propri iscritti “durante un’assemblea – ricorda – a cui hanno partecipato anche il segretario provinciale e il responsabile organizzativo, riscontrando il pieno consenso per la scelta di continuare a sostenere la Giunta Tommasi”.
Un’assemblea cui sarebbe stata invitata anche Marzia Tasso che, a quanto racconta Visintin, ha preferito non prendervi parte.
“Così come non ha più partecipato – fa notare quest’ultima – agli incontri di maggioranza, nè agli incontri del Gruppo consiliare del Pd, durante i quali è stato discusso e approvato il documento programmatico di cui Marzia Tasso continua da tempo a parlare”. Un documento che peraltro “è sempre stato – prosegue – a disposizione dei consiglieri che desideravano prenderne visione”.
La consigliera Pd rivolge quindi il suo invito ad abbandonare i toni polemici e ad accantonare le divergenze personali con lo scopo di dare priorità alle questioni reali che interessano Cavarzere e i cavarzerani.
“La gente è stufa – osserva – dei litigi dentro ai partiti; vuole persone serie che diano risposte concrete alle proprie difficoltà di vita quotidiana e che abbiano il coraggio di assumersi delle responsabilità su scelte importanti che possano offrire un futuro migliore ai propri figli”.
L’invito finale per Marzia Tasso è dunque quello di abbandonare una posizione critica contro il proprio gruppo consiliare.
“Mi auguro che il 2013 sia di buon auspicio – conclude Visintin – e la porti a riflettere e a valutare un ritorno ad operare attivamente all’interno del grupo Pd e di questa maggioranza con un rinnovato spirito propositivo e costruttivo!”

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette