Home Veneziano Miranese Sud L’ ex area Q8 è inquinata

L’ ex area Q8 è inquinata

Si è complicata nelle scorse settimane la questione del parcheggio di fronte alla biblioteca di Spinea, che è rimasto chiuso per la presenza di inquinanti nel sottosuolo. Il sindaco di Spinea Silvano Checchin, ha firmato anche un’ordinanza sanitaria urgente per vietare l’utilizzo per alimentazione umana, zootecnica e per scopi irrigui, dell’acqua dei pozzi con profondità inferiore a 50 metri presenti nel raggio di mezzo chilometro dal sito. Ma di che area si tratta? La zona, prima di diventare parcheggio, era un distributore di benzina, l’ex Q8 di via Roma 170: i lavori hanno evidenziato rimanenze di inquinanti nel terreno, dove si trovavano le vasche di raccolta dei carburanti. Impossibile aprire al pubblico in quelle condizioni, anche perché il Comune di Spinea non vuole accollarsi i costi della bonifica, che spetta al privato, proprietario dell’area. Le ultime analisi hanno riscontrato addirittura il superamento dei limiti di legge delle concentrazioni soglia di contaminazione per idrocarburi nelle acque di falda. Le conseguenze perciò sono chiarissime. E’ vietato il prelievo in parte di via Roma, lato nord da via Volturno a via Marinetti e lato sud da via 1 Maggio a viale Sanremo, piazza Fermi e altre vie della zona. Ordinanza ed elenco completo si trovano sul sito internet del Comune. Insomma un altro inquinamento del territorio, che proprio non ci voleva.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette