Home Veneziano Miranese Sud Mirano, arrivano portali anti-Tir e autovelox

Mirano, arrivano portali anti-Tir e autovelox

A Mirano arrivano gli autovelox. Sono stati destinati nelle scorse settimane dal consiglio comunale 47 mila euro all’acquisto e installazione di sistemi di dissuasione della velocità e inibizione del transito di traffico pesante. I fondi, tutti proventi delle sanzioni elevate e riscosse nell’ultimo periodo, serviranno per portare a Mirano almeno sei postazioni fisse di rilevamento della velocità e un portale anti-tir, in grado di misurare automaticamente lunghezza e peso dei mezzi e inviare la multa a quelli fuori sagoma. I primi potrebbero arrivare già a inizio anno, il portale avrà bisogno di un collaudo di qualche mese: potrebbe entrare in funzione non prima dell’estate. Ma partiamo dagli autovelox. Una prima tranche di sei dispositivi, tecnicamente chiamati Speed check, già in uso in molti comuni arriverà per l’estate 2013. Sono rilevatori di velocità, molto efficaci. Non tutti sono attivi, il dispositivo sarà azionato di volta in volta dalla pattuglia presente sul posto, poche centinaia di metri dopo la postazione. Se il dispositivo rileva una velocità troppo elevata gli agenti possono fermare il veicolo e sanzionare nell’immediato il conducente. Saranno installati in via Cavin di Sala, via Vittoria, via Scaltenigo e via Miranese. Poi le frazioni, che la giunta non vuole trascurare: via Scortegara a Zianigo e via Ballò. C’è poi la questione dei Tir. Qui le soluzioni pensate sono diverse. Contro i tir in ingresso dalla zona nord, arriverà un sistema elettronico di rilevamento delle infrazioni. In realtà in tutto il quadrante vige già da tempo il divieto, ma con alcune eccezioni e molti furbetti. Qualche settimana fa la polizia locale ha rilevato transiti di tir non autorizzati, soprattutto di notte. Adesso un portale consentirà di sanzionare chi non ha titolo di transito. Di che apparecchio si tratta? E’ una spirale elettronica inserita nell’asfalto che ha la capacità di rilevare la lunghezza del veicolo, calcolarne il peso e fotografare, con una telecamera simile a quelle dei varchi della ztl in centro, la targa del mezzo. L’invio dei dati alla centrale operativa della polizia locale, consentirà di escludere gli autorizzati: per gli altri scatterà la sanzione di circa 80 euro. Per piazzare il sistema si pensa a via Parauro, poco dopo la rotonda ai confini con Salzano, o vicino al centro, all’ingresso della rotonda del Ponte Nuovo, in via Dante. A queste soluzioni che porteranno centinaia di multe in più per gli automobilisti il comune non si aspetta certo dei ringraziamenti, ma forse la sicurezza di chi abita a Mirano sarà garantita un po’ di più.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette