Home Rodigino Adria Nuovi pattugliatori per la Guardia di Finanza

Nuovi pattugliatori per la Guardia di Finanza

Il Cantiere Navale Vittoria ha avviato la costruzione di nuovi pattugliatori multiruolo per la Guardia di Finanza e ha visto confermata la piena fiducia da parte del sistema bancario, grazie alla siglatura di un accordo, con un pool che vede capofila Unicredit, per ben 16 milioni e 200 mila euro di finanziamento.
Nella cordata, resa operativa con la consulenza dell’advisor Comlegal di Padova, rientrano altri istituti primari come Antonveneta-Mps, Banca Nazionale del Lavoro, Banca Popolare di Vicenza, Cassa di risparmio del Veneto. Fondamentale per la firma la solida prospettiva di sviluppo intrapresa da Cantiere Navale Vittoria che, lo scorso 1 dicembre, ha consegnato le prime due unità (sempre finanziate con analoghe modalità dal medesimo pool di credito) alla Guardia Nazionale Tunisina alla presenza del ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, e il collega della repubblica nordafricana, Alì Laarayedh, nell’ambito dell’accordo di cooperazione transfrontaliera tra Italia e Tunisia, siglato dalle due Repubbliche nell’aprile 2011. “Il nostro stile di lavoro è il nostro miglior biglietto da visita — sottolinea Luigi Duò, presidente di Cantiere Navale Vittoria — la congiuntura è complessa, ma l’azienda sta navigando con sicurezza tra i marosi. E’ partita la costruzione dei pattugliatori multiruolo per le Fiamme Gialle e c’è la commessa per dieci nuove imbarcazioni dal ministero dell’Interno, solo per rimanere sul piano nazionale”.
Il cantiere Navale Vittoria, infatti, opera anche con diversi committenti esteri e ha realizzato oltre cento navi di ricerca e salvataggio per le Guardie costiere e i corpi di Polizia di Slovenia, Croazia, Libia, Malta, Cipro che le hanno impiegate per il contrasto dell’immigrazione clandestina, del contrabbando e del traffico di stupefacenti, del terrorismo o, ancora, per la protezione ambientale e delle aree di pesca. Nell’ambito della difesa, inoltre, è solida l’esperienza su pattugliatori, intercettori veloci, motovedette in genere.
“Se la crisi ci ha risparmiato non è un caso — assicura Gabriele Busetto, direttore generale di Cantiere Navale Vittoria — qualità e responsabilità sociale d’impresa sono le gambe su cui corre la nostra impresa. In questo modo, anche grazie a un’accorta organizzazione, abbiamo non solo mantenuto i livelli occupazionali, ma non abbiamo mai fatto ricorso ad ammortizzatori sociali. E questo, riteniamo, sia stato apprezzato anche dai nostri partner bancari”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette