Home Rodigino Orsini guiderà l’Ulss 18 tra spending review e Piano socio sanitario

Orsini guiderà l’Ulss 18 tra spending review e Piano socio sanitario

Sono ben undici i manager ascrivibili all’orbita del Carroccio e dieci quelli in quota al Pdl che il governatore della Regione, Luca Zaia, alla fine dello scorso dicembre ha messo alla guida delle 22 Ulls venete.
Una sola è stata la poltrona concessa al Pd, quella di Arturo Orsini dirottato da Mirano all’Ulss 18 di Rovigo per prendere il posto di Adriano Marcolongo.
Il neo direttore è un volto amico per il nosocomio del Capoluogo e anche per il primo cittadino Bruno Piva, in quanto i due sono stati colleghi di lavoro al Santa Maria della Misericordia ben 25 anni fa.
Sarà proprio lui ad occuparsi del riordino dell’ospedale Rodigino e di quello di Trecenta, a cominciare dalla tutela dei servizi dal taglio del 10% delle spese previsto dalla spending review. Alla prima intervista dopo la sua nomina, Orsini si è detto anche preoccupato dal Piano socio sanitario adottato dalla Regione Veneto, in quanto a suo avviso sarebbe viziato da alcuni problemi originali mentre per quanto riguarda la sanità privata l’ha definita una risorsa purché non si sostituisca a quella pubblica nell’erogazione dei servizi. “Un doppione — ha spiegato — significherebbe un ulteriore costo che il sistema non può sopportare”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette