Home Rodigino Delta Torna l’incubo delle estrazioni di metano

Torna l’incubo delle estrazioni di metano

Dopo Aleanna Resorces ora sembra essere arrivato il turno Northsun Italia. Ancora una volta il Polesine è oggetto delle attenzioni delle società di che operano nel settore della ricerca, esplorazione e produzione di idrocarburi liquidi e gassosi. Nelle scorse settimane, infatti, il gruppo presente in Italia dal 1997, dal 2004 controllato dalla società australiana Po Valley Energy e che detiene 12 licenze minerarie in Italia, ha presentato i propri intenti in un’assemblea pubblica ad Adria. Il progetto in questione è denominato La Risorta, interessa l’area del Delta con i comuni di Adria, Gavello, Taglio di Po, Villanova Marchesana, Corbola, Papozze e Ariano nel Polesine (oltre a quelli di Berra, Mesola, Jolanda di Savoia, e Codigoro in provincia di Ferrara) e riguarda l’attività di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in terraferma. In poche parole si tratta di carotaggi o prospezioni che secondo l’azienda stessa avranno un impatto ambientale minimo nelle zone interessate, in quanto l’unico disturbo per la popolazione potrebbe derivare dalla circolazione dei mezzi e dalle relative attività operative. Le rassicurazioni, tuttavia, non hanno tranquillizzato le forze politiche e le istituzioni del territorio che come in passato si sono dette contrarie all’iniziativa. Risale al 2010 infatti una sottoscrizione, approvata all’unanimità dai consiglieri di Palzzo Ferro Fini, per una proposta di legge statale denominata “Interventi di tutela dal fenomeno della subsidenza dei territori delle province di Padova, Rovigo e Venezia” che malgrado da allora si siano avvicendati due governi alla guida del Paese non è ancora stata convertita in legge. Gli auspici per una tempestiva ratifica ,dunque, sono rivolti al prossimo Parlamento, che verrà eletto il 24 febbraio, in modo da porre quei freni senza i quali le estrazioni non costituiscono alcuna forma di illecito anche se in passato i territori interessati si sono già espressi con chiarezza dicendo un ‘no’ forte e chiaro.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette