Home Veneziano Miranese Nord Il centro Emisfero si amplia

Il centro Emisfero si amplia

C’è una richiesta di ampliamento da parte del centro commerciale Emisfero, situato su ben tre comuni: Scorzè, Noale e Trebaseleghe. A dire il vero, la nuova costruzione dovrebbe sorgere in territorio noalese ma pure Scorzè ne sarebbe interessata, se si attuassero delle modifiche alla viabilità come da progetto. L’ipotesi della proprietà e di realizzare un fabbricato da 5 mila metri quadrati. Ora l’area copre circa 20 mila metri quadrati, con un parcheggio scoperto da 970 posti auto. Il nuovo immobile, su due piani, sorgerebbe accanto a quello attuale, portando la superficie di vendita dagli attuali 10400 metri quadrati a 14600.
Si realizzerebbe un altro accesso da via Crosarona, nel tratto a nord del distributore di benzina, un centinaio di metri prima dello stesso Emisfero. La nuova entrata consentirebbe di accedere alla parte sud della struttura, aumentando i posti di quasi 230 unità, oltre ad altri 120 posti privati. Sopra la copertura, ci saranno i pannelli fotovoltaici per garantire energia rinnovabile. Per quanto riguarda la viabilità, nello studio c’è la possibilità di sostituire l’attuale semaforo tra via Crosarona, via Sant’Ambrogio e via Castellana, con una rotatoria. Questa avrebbe il compito di smaltire meglio il traffico, che, secondo i dati sui flussi, dovrebbe crescere di 112 mezzi all’ora. Ora il centro, inaugurato il 10 giugno 2004, si sviluppa su poco più di 19 mila metri quadrati di superficie e in un anno, è frequentato da oltre 2 milioni di visitatori che giungono da un po’ tutta quella zona. Una trentina i negozi all’interno, più l’ipermercato. Ma la particolarità della struttura, è di essere sviluppata su tre comuni e due province come Venezia e Padova. Lungo la Castellana si divide fra Scorzè e Trebaseleghe, su via Crosarona che corrisponde al retro, su Noale. Ed è proprio qui che ci sarebbe l’ampliamento richiesto. L’avviso è stato già stato fatto pure alla Regione ma anche ai territori interessati dalla struttura, ovvero Noale, Scorzè e Trebaseleghe, presentando l’avvio della Procura di verifica, ovvero lo “screening”. Inoltre la richiesta è stata divulgata anche nel Bollettino ufficiale della Regione (Bur) del 21 dicembre scorso. Insomma, l’iter è partito, anche se da tempo si parlava di questa ipotesi, con un centro più capiente. Restano da capire, comunque, i tempi di realizzazione, anche perché l’area è agricola e serve un cambio di destinazione d’uso da parte del Comune. Inoltre è ancora in fase di stesura il Piano d’assetto del territorio (Pat), che dovrà definire il futuro urbanistico. L’assetto urbano del paese insomma cambia ancora, e vede un aumento dell’area commerciale, e forse anche del traffico.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette