Home Rodigino Adria Spiragli per la riapertura del prossimo anno

Spiragli per la riapertura del prossimo anno

La scuola media di Bottrighe potrebbe riaprire i battenti. I presupposti ci sono tutti. A partire dall’anno scolastico 2013-2014 gli iscritti del paese per la classe prima sarebbero quindici. Il trend in crescita è positivo anche per i prossimi anni. “Grazie a due anni di lotta del comitato e dei cittadini di Bottrighe per il mantenimento della scuola media — afferma il portavoce Alberto Bergo – finalmente si vedono alcuni spiragli. Ci confortano i numeri dei ragazzi che potranno frequentarla, a dimostrazione che i dati previsionali in possesso dal Comune a suo tempo esposti in consiglio comunale, erano errati. Oggi siamo di fronte ad una nuova situazione, lo stesso sindaco ha dovuto prendere atto, ci sono elementi diversi, rispetto a quanto si era paventato. Il comitato ha sempre creduto che ciò fosse possibile-continua Bergo – coinvolgendo i genitori, la cittadinanza ed incalzando l’amministrazione comunale e oggi finalmente possiamo decidere un percorso virtuoso che coinvolgendo le famiglie, gli alunni ed il Comune porti ad un rapporto nuovo e positivo anche con il provveditorato agli studi di Rovigo e con il dirigente scolastico, permettendo quindi di avere una concreta possibilità di riapertura della scuola media di Bottrighe”. Comitato, genitori e Comune, congiuntamente uniti in un documento firmato, hanno ribadito la volontà e l’impegno di mantenere aperto il plesso, ripristinando la classe prima momentaneamente sospesa, impegnadosi a concretizzare ciò con l’iscrizione on-line di tutti gli alunni alla scuola di Bottrighe, chiedendo al dirigente scolastico Laura Cassetta di valutare positivamente la decisione unanime dell’assemblea che ha sottoscritto il documento e attivandosi al fine di garantire la riapertura della calsse prima per l’anno scolastico 2013-2014. “Il comitato- conclude Bergo- continuerà la sua battaglia affinché la scuola possa divenire un esempio concreto di successo dei cittadini e delle loro aspirazioni”. Il mantenimento della scuola rappresenta senza dubbio un importante valore culturale e sociale del luogo stesso.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette