Home Rodigino 69 aziende nel 2012 hanno chiesto lo stato di crisi

69 aziende nel 2012 hanno chiesto lo stato di crisi

Il rilancio produttivo e la reindustrializzazione della provincia di Rovigo appaiono ancora più lontani se si analizzano i dati forniti da Veneto Lavoro. Le aziende in provincia di Rovigo ad aver richiesto lo stato di crisi aziendale sono state 69 nel 2012 (62 nel 2011), i lavoratori in cassa integrazione sono 2266 (nel 2011 erano 2233) i settori particolarmente in crisi sono: tessile, commercio, edilizia e metalmeccanico. Da una ricerca dell’Osservatorio Cribis D&B (società del Gruppo Crif specializzata nelle business information), emerge che in veneto oltre 29.000 imprese sono a forte rischio di insolvenza nel 2013. Le imprese venete continuano comunque a mostrare un livello di affidabilità potenziale superiore sia alla media nazionale, sia alla media del Nord Est, pur facendo registrare un peggioramento dal 2008 ad oggi. Ma Rovigo, che raccoglie il 5,7% delle imprese attive in regione, si caratterizzava a fine dicembre come la provincia con meno imprese totalmente affidabili risultando la provincia con il più alto rischio di insolvenza. I dati registrati dal centro per l’impiego della Provincia sono lo specchio della situazione occupazionale in Polesine. Nel 2012 sono aumentate le iscrizioni al centro per l’impiego provinciale rispetto all’anno precedente. Attualmente sono 25mila i polesani iscritti, nel 2012 si contavano 8.100 persone, in aumento rispetto ai 7.996 iscritti del 2011.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette