Home Riviera del Brenta Riviera Ovest Elezioni comunali, Calzavara si ricandida

Elezioni comunali, Calzavara si ricandida

Elezioni comunali di maggio, il sindaco di Pianiga Massimo Calzavara scioglie le riserve e si ricandida alla guida del paese alle prossime amministrative di maggio. Il resto degli schieramenti non ha ancora le idee chiare. A spiegare la sua ridiscesa in campo, è lo stesso primo cittadino in carica. “Ho deciso di ricandidarmi per il secondo mandato da sindaco — spiega — perché sono convinto di aver ben lavorato per questo comune. La scorsa tornata amministrativa sono stato appoggiato dalla lista “Pianiga delle Libertà” di centrodestra. Non credo che i cittadini di Pianiga possano dare un giudizio negativo sul mio operato”. Massimo Calzavara 39 anni, avvocato civilista, residente in paese da sempre, oltre ad essere sindaco negli ultimi 5 anni è stato vice ed assessore nelle giunte dell’ex sindaco Antonio Di Luzio. Per quanto riguarda le formazioni politiche che la volta scorsa lo hanno appoggiato, si può citare Pdl e Udc, mentre non c’era la Lega Nord che restò all’opposizione proprio con Di Luzio. Anche stavolta il dialogo con la Lega appare difficile, ma non impossibile. “Sono disposto — dice Calzavara — ad ascoltare le opinioni di tutti, ma ovviamente è importante che si capisca che stravolgimenti rispetto a questa azione amministrativa che si sta per concludere, non ne possono essere fatti”. Per valutare lo scenario con cui Pianiga si appresta ad andare alle urne, non va dimenticato l’exploit del consenso che ha ricevuto il Movimento 5 Stelle alle ultime elezioni politiche. Se fosse confermato alle amministrative il voto dato dai pianighesi alle politiche, Calzavara rischierebbe grosso, ma si sa, il voto amministrativo spesso, è totalmente difforme da quello politico e in paesi non grandi come Pianiga, conta di più l’apprezzamento della gente a cosa si è fatto che l’appartenenza ideologica ad un partito. Questa competizione, nel centro rivierasco è con il voto a turno unico, di fatto, con tre poli e mezzo: centrodestra, centrosinistra, grillini e centristi. Ma vediamo i dati. Il fenomeno Grillo solo a Pianiga ha raccolto alle ultime elezioni politiche il 35,6% dei consensi. Il Pdl, che è il maggiore azionista dell’attuale maggioranza, alle politiche ha totalizzato il 16,6, la Lega Nord conserva uno zoccolo duro del 7,66%. Il Pd porta a casa il 20,79%, mentre Sel ha solo l’1,36%. Se nell’area del centrodestra la scelta appariva obbligata, nel centrosinistra ora le cose sono ancora più complicate di prima, in un paese dove non ha mai vinto, alla luce dell’emersione di un nuovo competitore come il Movimento 5 Stelle. La coordinatrice del Pd Jessica Pavan, non si sbilancia. “Stiamo lavorando per una candidatura condivisa — dice — che sia in grado di conquistare il Comune e i consensi dei residenti. Candidato e contorni della coalizione saranno definiti nelle prossime settimane”. Si dovrà capire poi dove si schiereranno i centristi. Infine ma non ultimo il Movimento 5 Stelle, da diverse settimane, ha cominciato a farsi vedere con gazebo in piazza nel capoluogo e nelle frazioni. A breve sarà individuato un candidato sindaco.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette