Home Veneziano Chioggia L’inaugurazione di ginecologia-ostetricia, un’altra tappa della radicale ristrutturazione

L’inaugurazione di ginecologia-ostetricia, un’altra tappa della radicale ristrutturazione

Tra fine marzo e inizio aprile è prevista l’inaugurazione del terzo piano dell’ospedale di Chioggia, dove sono ospitati Ginecologia-Ostetricia, il Nido e alcuni posti letto per la patologia neonatale. Un reparto di 500 metri quadrati è stato completamente ristrutturato dotato di stanze climatizzate, arredate ex novo, costituite di uno o due posti letto e di servizi igienici autonomi. Oltre agli ambulatori medici, nel reparto è stata prevista una sala riunione per le discussioni tra l’équipe di esperti sui casi più complessi. Un passo davvero importante sta per essere compiuto in quest’anno, contraddistinto da una serie di interventi decisivi per l’ospedale. Dapprima infatti l’area esterna è stata ridisegnata, creando percorsi autonomi per proteggere i pazienti dalle intemperie. La portineria inoltre ricorda la forma di un’imbarcazione e l’atrio è stato completamente modificato raddoppiando la sala d’attesa per prenotare e disdire esami e visite. Per quanto concerne i reparti sono stati ristrutturati Fisioterapia (sesto piano), Geriatria (quinto piano) e Medicina (quarto piano) ed infine è stata potenziata Radiologia. I cambiamenti finora effettuati però hanno mirato non solo a modificare radicalmente la struttura esterna, ma anche e soprattutto a migliorare i servizi offerti. Con quest’ottica il punto di accoglienza o reception ha un ruolo determinante per accogliere i pazienti e i visitatori. Infatti in ciascun reparto è prevista la reception gestita da personale competente in grado di fornire tutte le informazioni necessarie. Un tema, quest’ultimo, caro al direttore generale, Giuseppe Dal Ben, che mira a porre al primo posto e a valorizzare il cittadino, ovvero il paziente.
Per tale ragione è stata aperta una pagina su Facebook per documentare in tempo reale lo stato d’avanzamento dei lavori e rinsaldare il legame che si sta creando con l’utenza.
“Un anno fa ho stretto un patto di trasparenza con i cittadini — ha detto il Dg-e desidero mantenerlo anche grazie a nuovi strumenti di comunicazione come i social network. Mezzi più veloci che permettono di mostrare l’evoluzione dei lavori di ristrutturazione dell’ospedale clodiense, lasciando spazio a commenti e suggerimenti”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette