Home Padovano Conselvano Lavori anti allagamenti

Lavori anti allagamenti

Partiti a dicembre 2011 sono ormai prossimi alla conclusione i lavori di sistemazione e rifacimento delle sponde del canale Altopiano, con messa in sicurezza sia dell’argine sia delle mura del cimitero, a rischio cedimento. Ancora qualche mese di attesa e l’intervento, che interessa la zona centrale del paese, realizzato dal Comune di Cartura, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Adige-Euganeo, sarà ultimato. Al momento restano da completare il parapetto/ringhiera lungo via Vivaldi, la sistemazione della sponda e la messa in sicurezza/rispristino in diversi punti delle sponde del canale Altipiano, che con il tempo e il deflusso delle acque hanno ceduto in vari punti. Il costo complessivo dell’opera ammonta a 490.000 euro.
“Questa cifra comprende tutto l’intervento di via Vivaldi — precisa il sindaco Massimo Zanardo – tutti le operazioni straordinarie eseguite di consolidamento delle sponde del canale Altipiano, di sistemazione delle sponde dietro al cimitero, che era in pericolo di cedimento, e gli altri interventi eseguiti dal Consorzio.
La Regione Veneto, con decreto della Direzione Difesa del Suolo ha affidato in concessione al Consorzio Adige Euganeo l’esecuzione delle opere di consolidamento delle sponde del canale Altipiano, che attraversa il centro del nostro comune, opere che sono state dichiarate urgenti e indifferibili, ponendo la relativa spesa che ne deriva a carico del bilancio regionale e in parte a carico del comune di Cartura”. La spesa dell’opera è stata ripartita tra il Comune di Cartura per il 35,7% e il Consorzio di Bonifica Adige Euganeo per il 64,3%, percentuali che tradotte in cifre ammontano a 175 mila euro a carico dell’ente locale e 315 mila euro del Consorzio, impegno economico quest’ultimo coperto con contributo regionale.
“I lavori si sono suddivisi principalmente in due parti — prosegue il sindaco Zanardo – una più tecnica a difesa della sponda inferiore, con la messa in opera di una idonea palificazione lignea e massicciata di pietrame in funzione di rinforzo spondale e l’altra a difesa della sponda superiore con la messa in opera di una strada nel tratto cimiteriale e di un nuovo marciapiede nel tratto di Via Vivaldi, in sostituzione di quello esistente completamente dissestato dalle radici dei pini marittimi, che erano presenti”.
I pini marittimi, considerati i responsabili del disfacimento della precedente banchina pedonale di via Vivaldi, nel frattempo sono stati abbattuti, sollevando le proteste del locale Movimento 5 stelle, che aveva lanciato anche una petizione per salvare gli alberi, e sostituiti da 20 essenze arboree (14 alberelli di Ligustro “Ligustrum Japonicum” e 6 alberelli di Gleditsia “Gleditsia triacanthos Sunburst”), piantumate nei mesi scorsi. “Il viale alberato è stato scelto a mezzo referendum tra i ragazzi delle scuole primaria e secondaria di primo grado di Cartura, che hanno scelto tra 4 proposte — conclude il primo cittadino – Riteniamo importante che a scegliere siano stati i ragazzi, i quali rappresentano il futuro del nostro paese e, pertanto, era doveroso da parte nostra dare a loro questo compito”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette