Home Rodigino Delta Ancora una moria di vongole in laguna di Marinetta

Ancora una moria di vongole in laguna di Marinetta

E’ allarme tra gli acquacoltori locali per la moria di vongole che sta interessando la laguna di Marinetta. Si tratta di un fenomeno che rischia di vanificare il lavoro dei produttori messi in ginocchio ancora una volta dopo la moria verificatasi nel 2009. Il problema è che la laguna Marinetta si sta interrando a causa dell’apporto dei sedimenti dalla bocca a mare di Albarella e le vongole muoiono soffocate a causa della scarsa ossigenazione dell’acqua. Per discutere la problematica è stata convocata una riunione d’urgenza nella sede della sezione Pesca Coldiretti di Porto Viro, cui hanno partecipato i presidenti dei consorzi, delle cooperative e delle imprese molluschicole di Coldiretti. Ampie aree dello specchio d’acqua non sono più idonee all’allevamento e ne è prova la recente moria di vongole veraci, che sta assumendo dimensioni sempre più preoccupanti. “Sono mesi — dichiara Alfieri Baruffaldi, presidente della sezione Pesca — che chiediamo alle istituzioni competenti, i necessari interventi di salvaguardia e di messa in sicurezza della bocca a mare della laguna di Marinetta. Gli acquacoltori non possono più permettersi di veder perdute intere produzioni e, contemporaneamente, non hanno la possibilità di spostarsi in aree più vocate, poiché in Marinetta il rilascio di concessioni è bloccato da anni. Anche il trasferimento della propria attività in Laguna di Caleri è bloccato nonostante la delibera della Regione risalente al 2010 ed il successivo intervento dell’Agenzia del demanio, che invitava gli enti preposti a procedere al rilascio delle concessioni”. L’intenzione è di sollecitare ancora una volta il rilascio di nuove concessioni in tutta la laguna di Caleri, la messa in sicurezza e la vivificazione della laguna di Marinetta ed il prosieguo della delimitazione delle lagune polesane per il riconoscimento della demanialità, così come è già avvenuto a Caleri, creando qualche centinaio di nuovi posti di lavoro, una possibilità di certo non trascurabile, vista la grave crisi economica ed occupazionale in atto nel Paese.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette