Home Padovano Conselvano Inquinamento luminoso, c’è il piano

Inquinamento luminoso, c’è il piano

Il Comune di Due Carrare ha ottenuto un finanziamento di 8.650 euro dalla Regione finalizzato alla predisposizione del Piano Illuminazione Comunale e Inquinamento Luminoso (Picil). Sono stati 125 i comuni veneti che hanno avuto accesso a questo contributo, destinato a coprire il 50% della spesa sostenuta per la redazione del Picil. Il piano della luce, che dovrebbe essere approvato a breve dall’amministrazione comunale, si compone di un censimento di tutti i punti luce presenti sul territorio comunale, che ammontano a 2435, e delle diverse tipologie di lampade; lo studio rappresenta la base da cui partire per programmare interventi mirati, volti a ridurre l’inquinamento luminoso e a ottenere al contempo un risparmio energetico. Da alcuni anni il Comune di Due Carrare ha avviato l’operazione di progressiva sostituzione dei corpi illuminanti più vetusti della propria rete di illuminazione pubblica, soprattutto delle lampade a vapori di mercurio, rimpiazzate da lampade a led che, a parità di intensità luminosa, garantiscono un consistente risparmio energetico e una riduzione dei costi di manutenzione: in due anni la bolletta della luce per la pubblica illuminazione è passata da 180 a 150 mila euro l’anno, tenendo conto che in questo biennio il costo dell’energia elettrica è aumentato.
“Siamo un Comune lungimirante in campo energetico — spiega il vicesindaco Claudio Garbo – Da qualche anno abbiamo investito nel settore del risparmio energetico e della riduzione dei consumi. Siamo anche stati oggetto della visita di una delegazione europea nel 2012, costituita da rappresentanti del Politecnico di Bucarest. Questa delegazione sta operando, in sinergia con vari Paesi europei, nell’ambito del progetto Patres per poter diffondere le buone pratiche tese alla riduzione dei consumi nella pubblica amministrazione. Il tutto con un riguardo particolare alla salvaguardia dell’ambiente e della qualità della vita”. Per l’impegno nel settore del risparmio energetico e per i risultati ottenuti, il Comune di Due Carrare è stato invitato alla conferenza conclusiva del progetto Patres, svoltasi nei giorni scorsi a Bucarest, per relazionare sul percorso intrapreso e sulla tangibilità dei risultati ottenuti.
“Ci stiamo anche impegnando, con l’adesione ad un secondo programma Europeo chiamato Conurbant — prosegue Garbo — a ridurre le emissioni climalteranti e raggiungere il 20% di minori consumi energetici, il 20% di maggiore efficienza energetica e il 20% di incremento dell’energia da fonti rinnovabili entro il 2020, obiettivi contenuti nell’accordo di Kyoto”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette