Home Rodigino La Transpolesana un colabrodo, l’Anas riduce la velocità

La Transpolesana un colabrodo, l’Anas riduce la velocità

Passa da 110 a 70 km orari il limite della velocità nell’arteria stradale strategica S.S. 434 meglio nota come Transpolesana che collega Verona a Rovigo e che permette di attraversare queste due provincie in maniera trasversale. La decisione è stata presa dall’Anas titolare della strada per arginare la problematica relativa ai continui rallentamenti presenti nella strada dovuti ad incidenti e tamponamenti fra autoveicoli. La soluzione adottata da Anas ha sollevato subito polemiche in particolare da parte del Consigliere Regionale Cristiano Corazzari che a tal proposito ha presentato lo scorso 14 febbraio un’interrogazione alla giunta della Regione Veneto sottolineando come tale limite di velocità non andrà a risolvere la situazione in quanto per sanare definitivamente i problemi legati alla messa in sicurezza del nastro d’asfalto servirebbe ben altro tipo di interventi. Polemicamente, infatti, il consigliere del Carroccio ha indicato nelle voragini aperte sul manto stradale il vero problema per gli automobilisti che transitano sulla Transpolesana. Nel dettaglio Corazzari ha precisato le sue richieste andando a chiarire che la priorità debba essere la sicurezza degli automobilisti ma anche di chi si trova ad avere aziende o stabilimenti produttivi lungo l’arteria. “La decisione presa dall’Anas di ridurre i limiti di velocità lungo molti tratti della strada statale 434 Transpolesana, a causa delle cattive condizioni dell’asfalto, non è sicuramente sufficiente per ridurre i pericoli di quella strada. Peraltro, tale scelta è stata fatta senza il coinvolgimento dei Sindaci dei Comuni interessati dalla S.S. 434. Purtroppo a causa degli avvallamenti nell’asfalto, la sicurezza degli automobilisti è compromessa e i mezzi automobilistici potrebbero subire danni seri legati alle precarie condizioni di manutenzione della statale; inoltre, il maltempo e l’usura hanno creato crateri di diverse dimensioni in entrambe le carreggiate della statale 434 e, anche ad occhio nudo, il piano stradale appare molto deteriorato e costellato di cedimenti in diversi punti. È dunque necessario procedere al più presto a un intervento di sistemazione per risolvere il problema alla radice”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette