Home Veneziano Miranese Nord La casa di riposo pronta a giugno

La casa di riposo pronta a giugno

Ora c’è una data d’inaugurazione della nuova casa di riposo di via De Pol a Noale. E’ arrivata la comunicazione che il taglio del nastro avverrà sabato 8 giugno, alla presenza del vescovo di Treviso, monsignor Gianfranco Agostino Ghedin. Si attendeva la sua disponibilità, infatti, per stabilire il giorno e non troverà una struttura vuota ma già riempita di decine di ospiti. A breve partirà il trasloco dalla vecchia Santa Maria dei Battuti e, per il secondo sabato di giugno, l’obiettivo è di avere già un’ottantina di persone all’interno. “Contiamo per i primi giorni di aprile – spiega il sindaco Michele Celeghin – di iniziare a trasferire gli ospiti. Gli operai stanno allestendo gli arredi, dai letti, alle camere, ai bagni e a breve saremo pronto”. I lavori sono iniziati a dicembre 2010 e avrà una capienza per 100-120 anziani. Sorge davanti al palasport, a poche decine di metri dalla stazione dei treni. La futura casa di riposo andrà a sostituire la vecchia Santa Maria dei Battuti all’interno dell’ospedale, che tornerà a disposizione dell’Ulss 13 come previsto dagli accordi stipulati con il Comune. Sarà a risparmio energetico e il riscaldamento inciderà per il 20 per cento sui costi totali. Inoltre sul tetto ci sarà un sistema fotovoltaico. Quattro i nuclei in corso di realizzazione e tutti i locali avranno i servizi previsti dalla legge, ovvero il bagno assistito, il presidio infermieristico, la cucinetta, oltre alle zone pranzo e ampi soggiorni per assicurare agli ospiti quanto necessario per le loro esigenze d’assistenza, sanitarie e di relazione sociale. Al piano terra ci saranno l’atrio d’ingresso, l’accettazione, gli spazi comuni di soggiorno, i locali riservati all’animazione, il bar e attività varie. Da questo corpo, si accederà alle due ali del fabbricato; sul lato est troveranno posto la direzione, l’amministrazione, gli ambulatori, la fisiochinesiterapia, la palestra per l’attività motoria, gli ambulatori e i locali per il servizio di medicina di gruppo. Sul lato ovest, sorgeranno la chiesetta, il locale animazione, il barbiere e il parrucchiere, più gli spogliatoi per il personale, la cella mortuaria, la cucina e i depositi e magazzini. Attorno all’immobile, saranno costruiti 106 posti auto per i familiari degli ospiti.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette