Home Rodigino Nogara-mare per il M5s opera ormai inutile

Nogara-mare per il M5s opera ormai inutile

Sia per il sindaco di Rovigo, Bruno Piva, che per quello di Adria, Massimo Barbujani, la Nogara Mare è sempre stata considerata un’opera da porre sulla vetta delle priorità. La stessa cosa vale per i sindaci dei comuni veronesi che si affacciano sull’attuale Transpolesana, convinti anch’essi che l’innesto sulla Romea commerciale possa portare nuove opportunità di sviluppo. Malgrado ciò significhi anche trasformare la S.S. 434 in una strada a pedaggio, per i polesani l’appoggio incondizionato alla Nogara-mare significherebbe anche uscire da un isolamento viario che negli anni ha condizionato la provincia di Rovigo sotto il punto di vista degli insediamenti produttivi pregiudicandone l’economia. Ma che fine ha fatto il progetto della Nogara-mare? Le ultime discussioni ufficiali a riguardo risultano essere datate al 2012, nel nuovo anno nessuna novità sembra essersi fatta strada. Solo il Movimento 5 Stelle ne ha parlato e non certo con i termini entusiastici usati dai sindaci delle due province. “Ci vogliono spacciare questi collegamenti come vitali per il futuro sviluppo del Veneto e della sua stessa portualità — spiega il gruppo rodigino nel suo blog – ma in realtà son tutto fuorché “vitali”, perché comportano un elevato consumo di territorio e il frazionamento di numerosi fondi agricoli. La realizzazione di queste arterie favorisce la cementificazione delle aree libere attraversate o adiacenti gli svincoli. Accentua il rischio idraulico, ma soprattutto si privilegia ancora una volta il trasporto su gomma a scapito di quello ferroviario o fluviale/marittimo più sostenibile. Ma pensano forse ancora al miracolo del nord-est? Dopo la scellerata delocalizzazione delle industrie venete verso l’est europeo non è un po’ come chiudere il cancello dopo che son scappati i buoi? C’è chi, nella precedente amministrazione regionale amava dire di essere la “Politica del fare”, noi aggiungiamo la parola “danni”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette