Home Padovano Padova Nord Piedibus conquista Pionca

Piedibus conquista Pionca

E’ partito pochi giorni fa nel paesino di Pionca del comune di Vigonza il nuovo servizio “Pedibus” per i bambini della scuola primaria, fortemente voluto dall’assessorato alla pubblica istruzione, guidato dal neo assessore Isabella Turetta, e grazie alla fattiva collaborazione tra insegnanti e genitori. 
Il progetto, promosso dai rappresentanti di classe delle famiglie degli allievi, dalla dirigente scolastica e dai docenti dell’istituto scolastico in collaborazione con l’amministrazione comunale, rappresenta un’iniziativa concreta diretta a salvaguardare il futuro delle nuove generazioni attraverso piccoli gesti quotidiani, come appunto un nuovo modo di andare a scuola sicuro, salutare e divertente.
Il progetto prevede l’accompagnamento a scuola dei bambini disposti in fila, come una sorta di “autobus umano”, sotto l’occhio vigile di due o più genitori che aprono e chiudono questo singolare trenino. Il tutto, all’interno di un percorso casa-scuola assolutamente sicuro, con tanto di capolinea e fermate, individuato con l’aiuto dei vigili urbani.
Ogni fermata ha un orario preciso, e qui i bambini attendono il passaggio dei loro compagni. Man mano che si procede la fila si allunga ma, agli attraversamenti pedonali, nessun automobilista protesta e qualche amico saluta dal finestrino.
I bambini, muovendosi in sicurezza, giorno dopo giorno, diventano più autonomi e responsabili. Imparano le vie del proprio paese ed i punti in cui bisogna prestare particolare attenzione. L’obiettivo è quello di far andare i bambini a scuola, in compagnia e in sicurezza, in modo eco-compatibile, con lo scopo di ridurre l’inquinamento e la pericolosità del traffico davanti alle scuole, incrementare l’attività fisica, la socializzazione e la riappropriazione del territorio da parte dei ragazzi. L’iniziativa è nata a Padova nel lontano 2003, e via via ha iniziato a prendere piede anche a livello nazionale. L’organizzazione dei Pedibus è infatti curata da  comuni, Asl, scuole o associazioni ed è generalmente affidata a volontari che assicurano il servizio di accompagnamento. Questo servizio è semplicemente una sorta di “mobilità alternativa” con fermate predefinite e segnalate da appositi cartelli, accompagnatori capofila ecc., dedicata principalmente agli scolari per raggiungere la scuola a piedi, per educare ad una cultura ambientale e salutistica.
Il progetto è infatti nato con lo specifico scopo di combattere il crescente fenomeno dell’obesità infantile, ma si è rivelato utile anche per promuovere la socializzazione e l’autostima dei bambini e cosa non secondaria ridurre il traffico veicolare nei pressi delle scuole. In pratica, i bambini, anziché prendere l’autobus o lo scuolabus, alla fermata si aggregano ad una comitiva guidata da alcuni addetti fino a scuola, e viceversa al ritorno a casa.
Il Pedibus è organizzato come un vero autobus, con linee, fermate, orari, autista, controllore e regolamento: “trasporta” i bambini dalla fermata più vicina a casa fino a scuola in modo sicuro, ecologico e salutare, e sicuramente molto meno inquinante dei vecchi autobus che circolano quotidianamente per le nostre strade.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette