Home Veneziano Miranese Sud Traffico, arrivano le limitazioni in centro

Traffico, arrivano le limitazioni in centro

Passante, “tornello”, traffico in centro. Mirano continua a subire gli effetti negativi dell’inquinamento e corre ai ripari, acquistando nuove strumentazioni per regolare il passaggio delle auto in centro. Per risolvere questi problemi e soprattutto garantire la salute dei cittadini, il Comune ha deciso di dotarsi di alcuni apparecchi per il monitoraggio del traffico, tra cui 6 nuovi autovelox e un sistema di varchi elettronici con telecamere per il controllo degli accessi di mezzi pesanti e ingombranti nelle vie del centro abitato. Per stabilire la migliore collocazione degli apparecchi il Comune, ha avviato da marzo una serie di analisi strumentali, con l’acquisto di un rilevatore di traffico radar Easy Blue Data, in grado di registrare elettronicamente i flussi di traffico di una strada, in entrambi i sensi di marcia. Il Comune ha deciso di sostenere la spesa, pari a 3.388 euro, perché lo strumento sarà utile anche per altre tipologie di rilevazioni, ad esempio per quelle richieste dai vari comitati cittadini per saggiare lo stato del traffico nella loro zona di competenza. Ora il Comune ha a disposizione uno strumento di precisione, senza dover ricorrere, sobbarcandosi ulteriori spese, al noleggio da ditte esterne. Attualmente, per le rilevazioni sulla miglior posizione per il sistema di varchi, dopo essere stato posizionato per una settimana in via Dante, il rilevatore è in via Porara e successivamente passerà in via Luneo e in via Mariutto. Tutti quartieri dove è alta la richiesta di monitoraggi del traffico. L’Easy Blue Data, prodotto dalla Sts srl di Desenzano del Garda, è uno strumento ad altissima affidabilità, che funziona automaticamente senza l’ausilio di controllo umano e fornisce dati già pronti per l’elaborazione informatica. Come per tutta la strumentazione per le rilevazioni elettroniche, va previsto un margine di errore, che, in questo caso, si attesta attorno al 5%. Ed eccoli i primi risultati: in via Dante, dal 7 al 12 marzo, il Comune ha rilevato picchi di transiti giornalieri nella giornata di venerdì, quando per via Dante sono passati 14.746 veicoli nell’arco delle 24 ore. Domenica il giorno con meno traffico: solo, si fa per dire, 10.613 veicoli. In media sono circa 700 i transiti all’ora, mentre gli orari peggiori, quanto a inquinamento e pericoli, sono la fascia 7-9 al mattino e quella 17-20 al pomeriggio. Confermata anche la direzione prevalente: la maggior parte dei veicoli registrati infatti erano diretti da Mira a Salzano, quindi verso nord. Più interessante di tutti però è un dato: esclusi i giorni festivi, nella media giornaliera, 14.380 transiti sono di auto, me ce ne sono circa 210 di autocarri sopra le 3,5 tonnellate. Di questi solo una parte è autorizzata a farlo, mentre circa 100-120 mezzi non potrebbero transitare. Del tutto irrisorio invece il transito notturno, con uno, due mezzi pesanti per notte, mentre i bus Actv sono in media 150 al giorno. Anche per quanto riguarda la velocità la media non è particolarmente elevata: 43 chilometri orari.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette