Home Padovano Padova Nord “Labor-attorio”, tutti in scena

“Labor-attorio”, tutti in scena

Avvicinare i giovani al teatro e alla piena espressione di sé, senza passare attraverso le strettoie del classico corso di recitazione, ma proponendosi fin da subito come un work in progress, un laboratorio dove i ragazzi, tutti giovanissimi con un’età media dai 15 ai 18 anni, mettono in gioco idee e progetti con l’energia e l’entusiasmo, l’esuberanza e le contraddizioni che contraddistinguono l’adolescenza. È il progetto a lungo termine del Labor-Attorio, ciclo di incontri organizzato dal 2005 dal Piccolo Teatro del Ponte, in collaborazione con la parrocchia di San Bonaventura e il Comune di Cadoneghe. Un progetto che, già in fase di predisposizione e idea, ha riscosso molto successo. I giovani attori si cimenteranno con autori e opere che rappresentano dei capisaldi della messa in scena teatrale, oltre a essere tra i più conosciuti e amati dal pubblico che va a teatro.
“L’invito ai ragazzi e alle loro famiglie è quello di avvicinarsi al magico mondo del palcoscenico, alla ricerca prima di tutto di se stessi e delle proprie capacità espressive prima ancora che di un metodo consolidato di recitazione — afferma Giuliano Bison, socio della compagnia fin dalla sua fondazione e principale animatore di questa iniziativa —. Ma anche il risultato tecnico vero e proprio ha saputo darci grosse soddisfazioni: i nostri ragazzi hanno già messo in scena numerosi spettacoli, che vengono rappresentati due volte l’anno — ottobre e marzo ‒ in occasione del cambio dell’ora. Lavori importanti, fra i quali “Come vi piace” di Shakespeare, “La bottega del caffè” di Goldoni, “La macchina infernale” di Cocteau, “Tutto per bene” di Pirandello, “Il rifugio” di Agatha Christie e “Non sparate sul postino” di Benfield.
I ragazzi vengono stimolati a cimentarsi fin da subito con l’aspetto creativo e con il lavoro sui testi, anche sui classici, e invogliati a lavorarci sopra, a filtrarli, ad adattarli alla propria sensibilità, perché l’affronto peggiore che si possa fare a un classico è quello di lasciarlo ammuffire sotto le campane di vetro delle accademie”.
Gli incontri del Labor-attorio, patrocinato dal Comune di Cadoneghe, si tengono ogni martedì e venerdì dalle 18.30 alle 20.00 nella Parrocchia di San Bonaventura a Cadoneghe, e ogni sei mesi, quindi dopo ogni spettacolo, il Labor-attorio riapre nuovamente le porte a qualunque ragazzo sia interessato a partecipare. Per informazioni sui corsi si può telefonare al 338 6198498.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette