Home Padovano Amministrative, a Piove sono sei i candidati in corsa

Amministrative, a Piove sono sei i candidati in corsa

Si conferma una corsa a sei alle elezioni amministrative del prossimo 26 e 27 maggio. I Piovesi saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo sindaco e rinnovare il consiglio comunale.Lo scenario politico si presenta quanto mai variegato, a testimonianza — anche — della frammentazione politica provocata dalla crisi che ha portato al commissariamento del Comune a gennaio di quest’anno.
La prima candidatura, in ordine di tempo, è quella di Andrea Recaldin, vicesindaco e assessore per tre anni nella precedente amministrazione, che correrà con l’appoggio della Lega Nord e della civica “Forza Piove di Sacco”. Il Popolo della Libertà punta tutto su Piergiorgio Zampieri, capogruppo uscente del Pdl in consiglio comunale, sostenuto anche dalla lista “Corte civica”.
Torna sulla scena politica piovese anche Carlo Valerio, ex sindaco della città, candidato con due liste civiche: “Piove bene comune” e “Piove civica”. Sarà invece Davide Gianella, fresco di primarie, il candidato sindaco per il centrosinistra. Consigliere comunale uscente, si presenta con l’appoggio del Partito Democratico, Italia dei Valori e le due civiche “Un nuovo inizio” e “Per Corte”. Due anche le candidate donne. Chiara Patrizia Tardivello, impegnata nel sindacato con la Fiom, si presenta con la Federazione della sinistra. Volto nuovo, alla prima esperienza politica, quello di Maristella Penazzo, geometra, che corre per il “Movimento cittadini attivi piovesi”.
Davide Gianella. fondamentali Trasparenza,
partecipazione e tagli
ai costi della politica

Il centrosinistra candida a sindaco Davide Gianella. 32 anni, avvocato, alle spalle un’esperienza amministrativa al tavolo del consiglio comunale. Tra i banchi della maggioranza prima, durante la giunta guidata da Mario Crosta e all’opposizione poi, nei tre anni e mezzo di mandato del sindaco Alessandro Marcolin.
Il nome di Gianella è uscito dalle urne alle primarie di centrosinistra dello scorso 7 aprile e sarà sostenuto nella corsa a Palazzo Jappelli dal Partito Democratico, due liste civiche e l’Italia dei Valori.
Il suo programma elettorale è articolato in “10 cambiamenti”. Trasparenza, partecipazione e tagli ai costi della politica tra le scelte strategiche. Gianella propone l’eliminazione dello staff del sindaco (ovvero il direttore generale e l’ufficio stampa), al suo posto un ufficio contratti con il personale dipendente.
Rendicontazione semestrale dell’attività amministrativa dell’ente, diretta web dei consigli comunali e dei principali incontri amministrativi per rendere trasparente l’attività dell’ente.
E ancora, creazione di comitati civici di partecipazione con i rappresentanti di zona (centro storico, Madonna delle Grazie e frazioni) per facilitare il dialogo tra cittadini e pubblica amministrazione.
Altrettanto importante, nel programma elettorale, il concetto di Saccisica, intesa come unione dei Comuni del territorio: un comprensorio che conterebbe oltre 50 mila abitanti, e che potrebbe usufruire di una rete economica, socio assistenziale e culturale potenziata.
Un’unione che permetterebbe quindi di ridurre le spese e, al contempo, avrebbe maggiore forza decisionale nelle questioni extracomunali.
Tra le modifiche proposte da Gianella ce n’è anche una allo statuto comunale per impedire ai consiglieri qualsiasi doppio incarico negli enti partecipati e controllati. Il primo consiglio comunale Gianella lo vuole all’interno dell’ospedale.
La struttura andrà potenziata, non si toccheranno reparti, personale e investimenti. Anzi, si propone di ripristinare la commissione comunale sanità.
Maristella Penazzo. Giovani, lavoro,
commercio e sicurezza
sono le priorità

Si candida a sindaco, alla prima esperienza politica, Maristella Penazzo che si presenta con il “Movimento cittadini attivi piovesi”.
31 anni, nata a Tognana, neomamma, geometra libera professionista e amministratrice di condomini. Nel suo programma elettorale priorità al mondo della scuola. Nel concreto vengono proposte una serie di misure a sostegno dei giovani e altre utili ad inserire gli studenti nel mondo del lavoro.
La revisione dell’offerta formativa, nel programma, passa anche attraverso la messa in sicurezza dei plessi scolastici e di tutte le strutture comunali. Interventi che potrebbero incentivare il rilancio dell’economia locale e creare nuove opportunità occupazionali.
Altro tema centrale è quello del lavoro che andrebbe incentivato attraverso la realizzazione di nuove reti imprenditoriali, capaci di attirare l’interesse degli investitori sul territorio. La ripresa del commercio invece va di pari passo al rilancio del turismo.
Allo scopo viene proposta l’istituzione di una Azienda Promozione Turistica Piovese capace di pianificare eventi, attirare turisti e dare la giusta visibilità al territorio. Altro argomento centrale è quello della sicurezza.
“Nelle precedenti amministrazioni — evidenzia Penazzo – il tema è stato affrontato pensando fosse risolutivo installare telecamere, ma questo non è stato sufficiente.
Nel nostro programma proponiamo quindi di utilizzare la tecnologia per registrare, monitorare e censire gli episodi di disagio sociale e rendere una visione immediata alle forze dell’ordine delle problematiche del territorio. In secondo luogo — aggiunge – proponiamo il recupero dell’area dell’ex foro boario, per concentrare lì le forze dell’ordine e dare pronto intervento al cittadino.
Molti si chiederanno come sarà possibile realizzare un intervento di questa entità visto che non abbiamo soldi in cassa. Semplice — dice — basterebbe vendere quello di cui l’amministrazione non ha bisogno, che costa in termini di manutenzioni e perdite di tempo”.
Andrea Recaldin. Tanto impegno,
disponibilità e presenza
per i miei cittadini

Andrea Recaldin, 32 anni, nato a Corte. Vicesindaco e assessore nella precedente amministrazione, laurea in economia e un Master MBA, è oggi funzionario del gruppo Lega Nord al Senato e consulente esperto di finanza locale all’Anci Veneto.
“Il mio programma — ha esordito – si basa su quello che ho dimostrato in questi 3 anni di amministrazione: tanto impegno, disponibilità e presenza per i miei concittadini.
Per fare il sindaco oggi bisogna essere sempre in prima linea, camminare nelle piazze e ascoltare i cittadini. Ed è quello che intendo fare per i prossimi 5 anni”.
“I cittadini — spiega – devono recuperare fiducia nella politica, per questo, se eletto, gestirò con trasparenza le risorse del Comune: chi ha amministrato male i soldi dei cittadini ne dovrà rispondere ai Piovesi.”
Il tema della sicurezza è tra i primi obiettivi.
“Al mercato come nelle frazioni — spiega — dove il monitoraggio del territorio dovrà essere potenziato. Accanto la manutenzione delle strade, l’analisi delle priorità e il completamento dei grandi lavori in cantiere. Sono nato e cresciuto in una frazione — ricorda – e so di cosa hanno bisogno le località fuori dal centro storico”.
La ripresa economica, per Recaldin, passa dal rilancio del commercio e del ruolo di Piove all’interno della Saccisica, per questo nel programma dà ampio spazio all’Ipa e alle manifestazioni che promuoveranno il piovese, le aziende e il turismo. Quanto al sociale due le priorità: anziani e lavoro. “Voglio favorire la relazione tra le diverse realtà che tutelano le attività sociali del territorio, mentre sul lavoro voglio pianificare, con associazioni di categoria, enti locali e scuole, il reinserimento nel mondo del lavoro dei disoccupati”.
Recaldin intende poi utilizzare le conoscenze tecniche per rimodulare le aliquote Imu, un’imposta centralista ed iniqua per il candidato. “Abbiamo le idee chiare — conclude – tanto entusiasmo e vogliamo trasmettere ai cittadini un’idea di una Piove che guarda al domani, pur in una situazione economica molto difficile, con ottimismo”.

Chiara Patrizia Tardivello. Il candidato
che vuole “invertire
la rotta”

La Federazione della Sinistra punta su Chiara Patrizia Tardivello, 58 anni, da sempre militante della sinistra.
Ha lavorato 37 anni alla Hiross, poi diventata Parker, si è dedicata all’attività sindacale, è stata membro del comitato centrale della Fiom e fra i fondatori del circolo piovese di Legambiente della cooperativa Chiarotondo.
Lo slogan con cui lancia la sua campagna elettorale è “Invertire la rotta”. La sua proposta politica parte dall’aiuto alle famiglie in difficoltà, per sostenere le quali il Comune dovrà reperire risorse attraverso i tagli alle spese.
La valorizzazione del territorio, dal punto di vista del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, dovrà andare di pari passo alla ripresa dell’attività artigianale e commerciale del territorio.
Ecco perché, nel programma elettorale, si cerca il coinvolgimento delle associazioni di categoria per creare nuove forme di lavoro per i giovani e per rivalorizzare socialmente il territorio piovese, a partire dalle piccole attività artigianali e commerciali.
Tra le scelte programmatiche anche l’impegno ad opporsi al cambiamento di destinazione d’uso delle aree dismesse di attività produttive, se orientate alla delocalizzazione o ad operazioni di tipo speculativo.
E ancora, moratoria sulle concessioni di nuove lottizzazioni e netta opposizione agli impianti biogas e al rilascio di concessioni per quelle attività di produzione di energia finalizzate alla sola ricerca del profitto.
Nel programma anche un maggior coinvolgimento dei cittadini nella discussione del bilancio comunale e in ogni scelta rilevante di natura urbanistica; nuovi spazi per i giovani; la ri-pubblicizzazione del servizio idrico; la messa in sicurezza idrogeologica del territorio e la verifica della sicurezza di tutti edifici scolastici.
Maggiori risorse dovranno infine essere impiegate per ampliare il numero dei posti per gli accessi agli asili nido, così da agevolare i genitori a lavoro o in cerca di un’occupazione.
Carlo Valerio. Le priorità: ripresa economica, Incentivi alla famiglia,
sicurezza, impulso all’immagine della saccisica

Torna sulla scena politica anche Carlo Valerio, che si presenta in questa tornata elettorale appoggiato da due liste civiche. 61 anni, già sindaco dal 1999 al 2004 alla guida di una giunta di centrodestra che vedeva insieme Forza Italia e Alleanza Nazionale, Valerio è pronto oggi a rimettersi in gioco. Nessuna “soluzione miracolosa”, nel suo programma elettorale, le priorità di azione, spesa ed investimento per i prossimi 5 anni saranno incentrate al mantenimento di beni e servizi pubblici già acquisiti. Le risorse disponibili saranno dunque impegnate, in ordine di priorità, per la messa in sicurezza delle scuole e degli edifici pubblici, sistemazione della viabilità stradale e pedonale, manutenzione di fossi e canali per la sicurezza idraulica del territorio e degli impianti tecnologici esistenti, posa della rete in fibra ottica per la distribuzione della banda veloce. In questo senso centro storico e frazioni avranno pari opportunità. Quindi rilancio del commercio, attraverso azioni che rendano il centro storico più appetibile; nuovi incentivi al settore agricolo, come volano per nuove vie di sviluppo e ripresa dell’attività produttiva a partire dalla zona industriale di Tognana, che dovrà divenire il centro unico produttivo della città. Questa la ricetta per uscire dalla crisi. Accanto alla ripresa economica, nel programma, non mancano gli incentivi alla famiglia, attraverso azioni di sostegno della natalità, con politiche pro asilo e accesso alla casa, ma anche una rete di assistenza domiciliare per gli anziani e non autosufficienti. E ancora: sicurezza, da aumentare attraverso un maggior presidio del territorio; istruzione, da favorire con un percorso formativo verticale della scuola dell’obbligo; tutela dell’ambiente; valorizzazione del patrimonio artistico e culturale e, non ultimo un nuovo impulso all’immagine del Comune all’interno dell’area della Saccisica. Tempi maturi anche per una profonda revisione della “macchina comunale” compito, nella proposta di Valerio, spetterà ai nuovi amministratori eletti.
Piergiorgio Zampieri. Famiglia e lavoro le parole
chiave del suo programma

Il Popolo della Libertà sceglie Piergiorgio Zampieri. 63 anni, capogruppo uscente del Pdl in consiglio comunale, è primario dal 1998 del pronto soccorso all’ospedale Immacolata Concezione di Piove di Sacco, all’interno del quale lavora dal 1977. Famiglia e lavoro sono le due parole chiave attorno le quali ruota il suo programma elettorale che individua, tra gli obiettivi prioritari, la diminuzione della pressione fiscale e il rilancio occupazione.
Tema caro al Pdl è la riduzione dell’Imu, una misura che servirà a dare sostegno concreto alle aziende e alle attività commerciali, al fine di incentivare nuovi investimenti nel territorio. Un aiuto al mercato del lavoro arriva dalla proposta di inserimento, all’interno del sito internet del Comune e in municipio, di un punto “cerco e offro lavoro”, utile a mettere in diretto contatto la domanda e l’offerta presente nel territorio della Saccisica. Nello stesso senso va la proposta di sviluppo di una piattaforma è-commerce per tutti i commercianti del centro storico, che potranno quindi pubblicizzare le loro offerte on line. L’Imu e la riduzione dell’imposta sulla prima casa torna anche quando si parla di famiglia. Una soluzione che, per i piovesi, si potrebbe realizzare anche attraverso opportune alienazioni del patrimonio comunale.
A tutela delle famiglie alle prese con la crisi economica il programma di Zampieri si impegna a mantenere le rette invariate per gli asili e le scuole materne e a garantire in essere il trasporto scolastico. Per i giovani sviluppo di affitti e mutui agevolati da attuarsi in convenzione tra il Comune, gli Istituti di credito e i proprietari degli appartamenti sfitti. E ancora, svincolo dei 3 milioni di euro per nuove abitazioni di edilizia convenzionata; sblocco immediato dei lotti di completamento rendendoli edificabili e revisione del Piano Regolatore e del Piano degli Interventi.
Le famiglie e i malati saranno agevolati grazie l’estensione di attività di radiologia e ambulatoriale sia al sabato che nelle ore serali al fine di abbattere le liste di attesa.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette