Home Padovano Bassa Padovana Casa dei Beni Comuni

Casa dei Beni Comuni

Il lavoro e il migrante sono al centro della proposta del circolo culturale “Claudio Varalli” di Ca’ Oddo. Nasce così la “Casa dei Beni Comuni”, uno spazio fisico che a partire dalle esperienze del comitato popolare “Lasciateci respirare” e da Adl Cobas, punta alla costruzione di una nuova progettualità in grado di produrre un mutamento radicale del futuro del territorio. Una bassa padovana non più condizionata da impianti nocivi alla salute, ma orientata a creare occupazione nel rispetto della salute, dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori.
“La sede della Casa dei Beni Comuni cercherà di diventare un punto di riferimento per tutte quelle realtà, anche giovanili, che vogliono e vorranno costruire “buone pratiche”di vita e di comunità, dai Gruppi di Acquisto Solidale ai corsi d’italiano per migranti, dai momenti culturali a nuove forme di socialità — spiegano i rappresentanti delle due realtà coinvolte nel progetto – Una “casa comune” dove si possa discutere e confrontarsi, si possa produrre proposte sociali e culturali, e si possano mettere in sinergia e a frutto le proprie esperienze come l’assistenza legale e il supporto di un Caf, organizzare la tutela dei diritti sui posti di lavoro, affrontare il nodo della questione abitativa e degli sfratti e si possa attingere all’esperienza di uno sportello ambientale”. Insomma uno spazio che operi a 360 gradi nelle tematiche sociali e ambientali che certo sono ben strutturate nel territorio di Monselice e della bassa in generale. “Guardando alle esperienze maturate nell’ultimo decennio anche in questo territorio — continuano – sentiamo la necessità di operare per la costruzione di percorsi ricompositivi, capaci di articolare una proposta adeguata alla fase e alle mutazioni sociali e ambientali in atto. Riteniamo indispensabile un salto di qualità che faccia uscire dal particolarismo le varie realtà presenti, che riesca a coniugare l’inevitabile conflitto alla costruzione di progetti alternativi, che sappia intrecciare i percorsi e produrre sinergie virtuose”. Per avere maggiori informazioni è possibile visitare I siti www.adlcobas.it oppure www.lasciatecirespirare.it.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette