Home Rodigino Comune in stallo, il previsionale slitta a giugno

Comune in stallo, il previsionale slitta a giugno

I Comuni navigano nell’incertezza. La decisione del governo di sospendere la rata Imu di giugno è sicuramente una buona notizia per i cittadini ma sull’altro fronte, i Comuni sono nel caos perché il mancato introito rende impossibile approntare il bilancio di previsione.
Con l’Imu, quindi, resta nel congelatore anche il bilancio di previsione che lo scorso anno fu approvato in tempo record e che quest’anno slitterà inevitabilmente a giugno.
Se Rovigo confermasse le aliquote dello scorso anno, le più alte consentite dalla legge, la prima rata dell’Imu sulla prima casa (con aliquota minima per tutti i comuni d’Italia) porterebbe alle casse comunali rodigine circa 7 milioni di euro e almeno il doppio nel conguaglio di dicembre.
“Impossibile, al momento, programmare qualunque intervento, sostiene l’assessore al bilancio Stefano Bellinazzi. Gli uffici di ragioneria non sanno più come conteggiare la tassa sulle case e quindi calcolare le entrate del Comune e i trasferimenti statali. Occorre trovare la copertura finanziara e finchè non avremo istruzioni dal ministero non sappiamo come chiudere il bilancio previsionale”.
Il bilancio consuntivo dell’esercizio 2012 invece si chiude con un avanzo pari ad euro 951.241,62 di cui è già stato destinato tutto. A parte i debiti fuori bilancio e gli avanzi vincolati, la fetta più consistente è riservata al fondo svalutazione crediti necessario per crediti iscritti in bilancio che presentano alcune criticità, in quanto, pur essendo crediti regolarmente iscritti in quanto dovuti a seguito di accertamenti avvenuti a termini di legge, presentano difficoltà nella riscossione. Ora per poter reinvestire queste risorse serve il previsionale 2013 e comunque il patto di stabilità ne vincolerà buona parte.
“Il 2012 è stato un anno particolarmente importante, conclude Bellinazzi. I dati di bilancio dimostrano come la riduzione dell’indebitamento del Comune, con l’estinzione dei mutui nel 2012, sia stata una nostra priorità e come le sanzioni stradali non siano considerate da questa Amministrazione un modo di fare cassa, bensì di fare prevenzione”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette