Home Veneziano Miranese Nord La casa di riposo è ormai pronta

La casa di riposo è ormai pronta

Ormai ci siamo, per la nuova casa di riposo di Noale. A breve, infatti, inizierà il trasferimento degli ospiti dalla vecchia struttura dentro all’ospedale, alla nuova, situata in via De Pol e che potrà avere 120 ospiti. Per il taglio del nastro, invece, è stata confermata la data di sabato 8 giugno, con l’arrivo del vescovo di Treviso, monsignor Gianfranco Agostino Gardin. Stanze insonorizzate, areazione automatica che consente cinque ricambi l’ora, risparmio energetico, sale bagno munite di vasche a ultrasuoni per la pulizia non invasiva dell’ospite, spazi comuni luminosi e chiari, permeabilità tra interno ed esterno con terrazze verdi di piante ed erbe aromatiche. La casa di riposo sarà a risparmio energetico e il riscaldamento inciderà per il 20 per cento sui costi totali. Inoltre sul tetto ci sarà un sistema fotovoltaico. All’esterno, ci saranno 106 posti auto. Questi sono alcuni dei servizi offerti dalla nuova “Santa Maria dei Battuti” e la Cazzaro Costruzioni di Trebaseleghe, che ha pensato l’opera, assicura che non ci saranno aumenti di rette per gli ospiti. “I 66 anziani della vecchia Santa Maria dei Battuti — dice Mauro Cazzaro — saranno spostati fra poche settimane. Serviranno due giorni per completare l’operazione. Poi, un po’ alla volta, saranno riempiti gli altri posti. Saranno disposti su camere con due letti e gli abbinamenti saranno fatti in base alle simpatie tra di loro, il carattere, l’affinità. Ci sono da finire i giardini, perché a causa del maltempo, non siamo riusciti ad andare avanti”. I lavori sono iniziati a dicembre 2010 e sorge davanti al palasport, a poche decine di metri dalla stazione dei treni. Quattro i nuclei in corso di realizzazione e tutti i locali avranno i servizi previsti dalla legge, ovvero il bagno assistito, il presidio infermieristico, la cucinetta, oltre alle zone pranzo e ampi soggiorni per assicurare agli ospiti quanto necessario per le loro esigenze d’assistenza, sanitarie e di relazione sociale. Al piano terra, nel corpo centrale, ci saranno l’atrio d’ingresso, l’accettazione, gli spazi comuni di soggiorno, i locali riservati all’animazione, il bar e attività varie. Da questa zona, si accederà alle due ali del fabbricato; sul lato est troveranno posto la direzione, l’amministrazione, gli ambulatori, la fisiochinesiterapia, la palestra per l’attività motoria, gli ambulatori e i locali per il servizio di medicina di gruppo. Sul lato ovest, sorgeranno la chiesetta, il locale animazione, il barbiere e il parrucchiere, più gli spogliatoi per il personale, la cella mortuaria, la cucina e i depositi e magazzini. “I lavori sono a buon punto — conferma il sindaco Michele Celeghin — e la nuova casa di riposo è stata realizzata con tecniche all’avanguardia. Anche l’università di Venezia sta studiando il progetto e l’Ulss 13 si è detta soddisfatta dopo un sopralluogo fatto. Per Noale, invece, sarà un salto di qualità nella cura degli anziani”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette