Home Rodigino Adria Opera indispensabile la Orte-Mestre si deve fare

Opera indispensabile la Orte-Mestre si deve fare

“Sicuramente in Italia ci sono grandi problemi economici e su questo non ci sono dubbi ma ci sono anche grandi opere da realizzare per poter uscire da questa situazione di crisi. Sicuramente la viabilità del nord est è una di queste e non si possono fermare opere così importanti come la Orte-Mestre. Questa arteria stradale andrebbe ad inserirsi nell’asse dell’Adriatico e sicuramente porterebbe nuova vita all’economia industriale locale, dove ci sono strade c’è industria e vitalità economica.
Mi rendo conto anche che questa opera, e soprattutto la decisione di bloccarla, faccia riferimento a decisioni che vanno oltre: c’è anche da prendere in considerazione la volontà di non andare contro gli interessi del nodo industriale di Bologna, fondamentale per la vita industriale di tutta l’Emilia Romagna. Però il Veneto non può più aspettare, bisogna che il Cipe preservi e investa sulle opere che sulla carta sono già pronte e potrebbero essere risolutive. Lampante è l’esempio del Passante di Mestre che una volta realizzata ha risolto molte problematiche ed è divenuta un vero e proprio valore aggiunto per il territorio. Non si può continuare ad investire in opere che non si concludono come la Salerno-Reggio Calabria. Deve nascere una volontà condivisa sia a livello locale che nazionale che deve fare quadrato sulla Orte Mestre, fare squadra al di la delle fazioni politiche come avvenuto in altri casi di successo senza dirottare i fondi a disposizione su altre opere e valutandone a fondo l’effettiva validità. La Orte-Mestre sarebbe senza dubbio strategica per il polesine e per tutto il Veneto, si sa che dove ci sono grosse arterie stradali c’è vita commerciale e industriale e soprattutto sviluppo, si crea business”

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette