Home Veneziano Chioggia Parte il Fondo Straordinario di Solidarietà contro la disoccupazione

Parte il Fondo Straordinario di Solidarietà contro la disoccupazione

I dati allarmanti sulla disoccupazione nel territorio del veneziano (cresciuta negli ultimi quattro anni dal 2,9% oltre il 9%) non lasciano indifferenti Caritas Diocesana di Chioggia, Provincia e Camera di Commercio di Venezia. I loro rappresentanti si sono riuniti lo scorso 4 maggio nella sala consigliare del Comune di Chioggia per stipulare l’intesa che inaugura nuovi interventi del Fondo Straordinario di Solidarietà nel territorio di Chioggia, Cavarzere e Cona.
Dopo gli ottimi risultati ottenuti nel 2012 in Polesine e nel padovano, l’iniziativa è stata allargata anche alla diocesi di Chioggia, con lo scopo di fornire un aiuto concreto alle sempre più numerose famiglie in difficoltà a causa della perdita del lavoro e prive di ammortizzatori sociali.
Piuttosto che erogare un mero aiuto economico, in grado di risolvere solo temporaneamente il disagio e l’emarginazione, il progetto mira a sostenere l’inserimento lavorativo di giovani e disoccupati residenti nei Comuni dell’area sud del veneziano. Il Fondo di Solidarietà finanzierà circa 40 progetti di tirocinio formativo, inserimento e reinserimento lavorativo presso aziende, cooperative sociali, associazioni. Sono stati stanziati circa 100 mila euro, messi a disposizione per la metà da Caritas Italia (provenienti dall’8Xmille donato alla chiesa cattolica) e i restanti 50 mila dalla Diocesi e dalle parrocchie, dai Comuni di Chioggia, Cavarzere e Cona, dalla Camera di Commercio, da istituti di credito e da privati cittadini. Per i candidati lavoratori il Fondo prevede un’erogazione di circa 5 euro netti l’ora, attraverso Voucher (per lavori accessori presso comuni, parrocchie e associazioni no profit) oppure Borse Lavoro di 200 ore, che possono diventare 400 in presenza di un contratto di lavoro.
Le aziende interessate ad ospitare tirocinanti beneficiari del Fondo possono segnalare la loro disponibilità sul portale https://live.fondazionecariparo.com/mib/index.php e dovranno poi sottoscrivere presso il Centro per l’Impiego di Chioggia la relativa “Scheda Aziende per i tirocini”. I candidati tirocinanti possono essere segnalati dai Centri di Ascolto Caritas, dai Centri per l’Impiego, dai Servizi Sociali del Comune e dai parroci. D’accordo con le imprese e previo appuntamento, le persone potranno accedere allo “Sportello di Solidarietà per il Lavoro” (Calle Seminario, 740) per un colloquio con gli operatori volontari Caritas e per l’inserimento sul portale dei relativi dati anagrafici e curricula. Infine, una Commissione di Valutazione esterna verificherà che sussistano tutti i parametri di legge previsti per i tirocini.
“Grazie all’impegno di quanti operano per il Fondo — ricorda don Marino Calligari, responsabile Caritas di Chioggia – l’incontro di queste imprese con gli aspiranti beneficiari, con le loro capacità e caratteristiche personali, riaccende la speranza che possano realizzarsi nuove, feconde e durature collaborazioni future”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette