Home Rodigino Adria Turismo un settore sul quale investire

Turismo un settore sul quale investire

Adria è senza dubbio la città del polesine che maggiormente vanta una storia importante. Nel corso dei secoli è stata un porto strategico non solo per lo sviluppo e la crescita del Polesine ma per tutto il Veneto e in Nord Italia. La città etrusca, come molto spesso viene definita, è stata la via di comunicazione per molti secoli fra l’entroterra e il mare. Non a caso proprio la città stessa ha dato il nome al Mar Adriatico e ancora oggi i segni di una storia così importante si possono rintracciare lungo le vie cittadine. Questi albori così nobili hanno da sempre portato Adria a cercare una vocazione turistica a volte pretesa in nome della sua importanza. Proprio oggi il turismo sembra una delle possibili vie di uscita dalla crisi che sta massacrando l’economia e un possibile punto di partenza per nuove aziende e futuri investimenti. Tuttavia non si può dire che Adria sia una città che attira turisti o visitatori, sebbene molte siano le risorse che si potrebbero incentivare a favore di un ruolo da protagonista in questo settore così importante nell’economia di tutta l’Italia. Il restyling del centro, secondo i progetti dell’amministrazione, dovrebbe incentivare il commercio e rilanciare il centro di Adria anche se non tutti sembrano convinti di questa scelta in quanto a livello turistico è destinata ad influire ben poco.
“Sono convinta che Adria sia un piccolo gioiello alle porte del Delta — afferma l’assessore al Turismo, Patrizia Osti – una città dalle antichissime origini, un luogo che potrebbe richiamare turisti in virtu’ della sua storia, delle sue innumerevoli eccellenze , delle sue caratteristiche e delle peculiarità del suo territorio e oggi, in un momento dove il concetto di “spending review” viene applicato in modo direi abbastanza indiscriminato, i settori che ne risentono di più oltre al sociale, sono quelli della cultura e della promozione del territorio. Ritengo che strategie e sinergie possano unire economia, aziende, arte e creatività dando vita a iniziative virtuose per il nostro territorio in sostanza una nuova chiave di lettura dove turismo, cultura ed economia possano viaggiare di pari passo. Quindi la cosa importante è creare i presupposti perché i soggetti pubblici e privati debbano parlarsi e interagire”.
A riguardo delle maggiori leve sulle quali puntare per favorire un maggior flusso di turisti verso Adria e le sue bellezze l’Assessore ha in agenda alcuni appuntamenti. “Ho fissato un incontro con alcuni imprenditori commerciali del nostro territorio, che fin dal subito hanno accolto con molto entusiasmo l’idea di questo incontro per realizzare una progettualità insieme. Desidero sentire le loro esigenze, i loro suggerimenti e le loro proposte.
Sarà importante individuare quei “contenitori culturali“ e di interesse turistico capaci di sostenere con varie iniziative la crescita economica,, oltre a considerare l’importanza che possono avere anche i social network quali ausili al turismo. T
ra le iniziative culturali, realizzate dall’Amministrazione ho intenzione di ripetere anche quest’anno “La Pensa“ apprezzata molto lo scorso anno, è una delle manifestazioni più significative, un’antica tradizione ambientata in epoca medioevale, una pagina di storia locale liberamente interpretata fra danza, musica e degustazioni in tema”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette