Home Veneziano Chioggia La battaglia per mantenere la sede di Chioggia si sposta nei palazzi...

La battaglia per mantenere la sede di Chioggia si sposta nei palazzi della giustizia

“La nostra battaglia per il mantenimento del tribunale si sposta dai palazzi del Governo a quelli della Giustizia stessa” così il sindaco Giuseppe Casson all’indomani della decisione di affidare all’avvocato Maurizio De Tilla, a titolo gratuito, l’incarico di unirsi e supportare il ricorso giurisdizionale amministrativo al Tar del Lazio, promosso dall’Organismo unitario dell’avvocatura italiana e da altri dodici Consigli provinciali dell’Ordine degli avvocati e dal Coordinamento nazionale degli ordini forensi minori contro la soppressione dei cosiddetti “tribunalini” in Italia. Si chiede l’annullamento della circolare del Ministero della Giustizia che nel 2012 ha decretato la soppressione della sezione distaccata del tribunale di Venezia nella seconda città della Provincia per estensione e popolazione.
Non era bastata infatti la motivata relazione inviata al Governo e nemmeno il parere della Commissione giustizia del Senato, che il 31 luglio 2012 aveva proposto di mantenere l’ufficio giudiziario di Chioggia accorpandolo con quello di Dolo.
“Sarebbe un gravissimo disagio per l’accesso dei cittadini alla Giustizia, anche per l’aumento dei costi dovuto agli spostamenti — ha spiegato il sindaco Casson – Inoltre a Venezia le strutture attualmente disponibili risultano insufficienti per accogliere adeguatamente tutte le sedi distaccate soppresse”.

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette